Recensione di OnePlus 6T: un top di gamma senza il prezzo alto

0
5
Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

Il Buono: l’OnePlus 6T offre hardware di prima classe tra cui un fulmineo processore e una eccellente fotocamera per centinaia di euro in meno rispetto ai suoi concorrenti.

Il Cattivo: Il telefono non dispone di una presa per cuffie o di un design resistente all’acqua. Il lettore di impronte digitali sullo schermo dovrebbe funzionare un po’ più velocemente.

Il Verdetto: OnePlus 6T è il telefono Android top di gamma più economico che si possa ottenere. Ma se hai già il 6, non sentirti la necessità di aggiornare.

Vivo in una bolla tecnologica: quando sono con i colleghi al lavoro, per lo più tutti hanno familiarità con OnePlus. Ma quando qualcuno a qualche festa mi chiede cosa faccio per lavoro e poi mi chiede quali telefoni preferisco, sono sempre colto alla sprovvista quando non conoscono OnePlus. Non li biasimo. Dopo tutto, il principale metodo pubblicitario di OnePlus è il passaparola e una forte presenza sui social media e online. Complessivamente, è un fanbase leale ed entusiasta. Ma senza le grande catene di elettronica che espongono i suoi prodotti e nessuna pubblicità commerciale, fa senso che la gente non sappia del marchio – nonostante sta ora lanciando il suo nono telefono.

L’azienda sta cercando piano piano di cambiare approccio e questa è una buona cosa perché se siete alla ricerca di un telefono premium, si dovrebbe sapere del OnePlus 6T. In un mercato in cui i telefoni premium costano più di €700, e a volte superano i €1.000, OnePlus offre gran parte dello stesso hardware, tra cui un veloce chipset Snapdragon 845, doppie fotocamere posteriori e l’ultima versione di Android, per EUR 589,00.

Quindi, se non conosci OnePlus, ora è il momento di farlo.

In-screen scanner di impronte digitali

In-screen scanner di impronte digitali

L’implementazione di questo sensore sotto il display significa che puoi scansionare l’impronta digitale sulla parte anteriore del display per sbloccare lo schermo. Significa anche che il telefono può avere cornici molto sottili.

Se non vuoi utilizzare lo scanner di impronte digitali sullo schermo, puoi comunque utilizzare il tuo volto o un PIN per sbloccare il telefono. Ma sappiate che questa potrebbe essere una caratteristica importante nei telefoni futuri. Potrebbe comunque funzionare più velocemente e prendere un’area più ampia sul 6T, quindi c’è sicuramente spazio per migliorare per la prossima iterazione.

A causa dello spazio che questo sensore prende all’interno del telefono, OnePlus ha anche eliminato il jack per cuffie il che potrebbe dare fastidio ai fan di OnePlus.

Black Friday 2018 è il 23 Novembre

Nell'attesa dai un'occhiata alle offerte QUI.

Attenzione: Anche quest'anno Amazon.it festeggia il Black Friday con sconti fino al 96%!

Controlla le offerte e salva i prodotti nel tuo carrello così sarai pronto di acquistare per primo. Ti ricordiamo che molte offerte hanno una durata che può variare da poche ore ad alcuni giorni oppure sono valide solo fino a esaurimento scorte.

 

Se non si dispone già di cuffie wireless, OnePlus ha incluso nella confezione un dongle per cuffie da USB Tipo C a 3,5millimetri. Come qualcuno che ama le sue cuffie cablate, l’intera cosa è una seccatura e portare in giro un adattatore diventa fastidioso.

Altre chicche di design

La tacca sullo schermo è più piccola rispetto a OnePlus 6 (EUR 545,00). Ora ha la forma di una «lacrima», meno invadente, e mi piace. (Ha senso ridurre la tacca, dato che la parte anteriore del telefono non include sensori aggiuntivi o una fotocamera a infrarossi che l’iPhone X (EUR 849,00) necessita per far funzionare il Face ID). Se la odi lo stesso, puoi sempre annerire i lati che affiancano la lacrima per un look più tradizionale.

Anche se è evidente solo quando si ha entrambi in mano, l’OnePlus 6T è più pesante del 6, e si sente molto più denso.

Android Pie

Android Pie

L’OnePlus 6T incorpora molti degli aggiornamenti di Pie tra cui la navigazione a gesti, la batteria adattiva (in cui il telefono impara quali applicazioni non si utilizzano spesso e limita le risorse di sistema a loro) e più opzioni per modificare il tuo telefono quando è in modalità Non Disturbare.

Ci sono gesti aggiuntivi unici per OxygenOS – la pelle Android di OnePlus – anche se raramente li ricordo durante l’utilizzo del telefono. Ma a parte questo, e alcune cose extra elencate di seguito, OnePlus non ha aggiunto molto altro al sistema operativo. Il che è un bene, dato che una delle mie cose preferite sui telefoni OnePlus è il suo approccio minimalista su Android e la mancanza di bloatware.

Altre chicche software

Smart Boost funziona in background e consente di avviare più velocemente le app e i giochi usati di frequente. Non ho usato il telefono abbastanza per notare eventuali differenze, ma OnePlus sostiene che la funzione migliora le velocità di lancio dal 5 al 20 per cento.

Attiva Google Assistant premendo a lungo il pulsante di accensione. Anche se non disponibile al momento del lancio, potrai lanciare l’assistente di Google tramite il pulsante di accensione. Puoi comunque accedervi in altri modi, ad esempio pronunciando «OK Google» o premendo a lungo il pulsante Home sullo schermo.

Fotocamera: Minori ma benvenuti miglioramenti

Anche se tutte le specifiche hardware tra le fotocamere del 6 e 6T rimangono le stesse, OnePlus ha aggiornato il software di quest’ultimo per scattare foto più luminose e più dettagliate. E nel complesso, OnePlus 6T ha una fotocamera che scatta foto vivaci e nitide.

Un altro aggiornamento, che l’azienda chiama «Studio Lighting», funziona esclusivamente in background e dovrebbe rendere le foto delle persone più naturali e realistiche. L’aggiornamento più evidente, tuttavia, è la modalità Nightscape dedicata. Acquisisce migliori immagini in condizioni di scarsa illuminazione. Entrambe queste caratteristiche saranno disponibili anche per l’OnePlus 6 attraverso un aggiornamento dopo il lancio del 6T.

Non riuscivo a discernere molta differenza tra le foto standard di persone e le foto ritratte scattate sul 6 e 6T. OnePlus ha sottolineato che i miglioramenti di Studio Lighting sono sottili. Quando ho scattato un selfie con le fotocamere frontali però, la foto scattata sul OnePlus 6T aveva un po’ più contrasto e il tono della pelle era più caldo.

Con Nightscape si può notare la differenza. Le immagini sul OnePlus 6T avevano meno rumore e artefatti digitali e hanno mantenuto più dettagli rispetto al OnePlus 6.

L’OnePlus 6T ha anche scattato foto impressionanti rispetto a concorrenti come il Pixel 3 XL, il Galaxy S9 Plus (EUR 557,99) e l’iPhone XS Max (EUR 1.210,00).

Come accennato prima, il 6T ha scattato selfie migliori del 6. Ma quando è stato affiancato agli altri tre, non ha catturato così tanti dettagli, e la mia pelle sembrava pallida in confronto.

Altre chicche della fotocamera

Come il OnePlus 6, il 6T può registrare video slow-motion a 240 fotogrammi al secondo a risoluzione 1080p.

Google Lens è integrato. Come nei telefoni Pixel 3, Lens utilizza la fotocamera del telefono per identificare gli oggetti e fornire informazioni.

Per gli appassionati di foto, è possibile salvare le foto in formato raw, che conserva enormi quantità di informazioni rispetto al JPEG.

Prestazioni e batteria

Dotato dello stesso chipset Snapdragon 845 come OnePlus 6, l’OnePlus 6T funziona senza intoppi come il suo predecessore. Inoltre, i suoi punteggi di riferimento erano alla pari con i migliori telefoni Android, ma il chip A12 dell’iPhone XS Max è nettamente superiore.

La velocità del lettore di impronte digitali va bene quando si tratta di attività quotidiane, ma vorrei che funzionasse ancora più velocemente. Il rendering delle immagini nella modalità Nightscape può anch’essa funzionare un po più velocemente. Con tutto il resto però, come l’avvio di applicazioni e la navigazione web, OnePlus 6T si sente veloce come qualsiasi altro telefono premium che ho provato.

Non ho ancora finito i test di batteria, ma nella prova preliminare OnePlus 6T ha funzionato per oltre 16 ore riproducendo video in modalità Aereo. Questo è un risultato eccellente, considerando che OnePlus 6 aveva durato 15 ore e 38 minuti. Per confronto il Pixel 3 XL ha funzionato per 16 ore e 49 minuti e l’iPhone XS Max per quasi 17 ore. Ma nessuno può arrivare al tempo record del Note 9 di ben 19 ore di durata.

Dovresti comprare l’OnePlus 6T?

OnePlus 6T (EUR 589,00) Vs OnePlus 6 (EUR 545,00): Oltre alla durata della batteria più lunga, non stai perdendo tanto con il vecchio OnePlus 6. È vero, c’è il lettore di impronte digitali (se questo è importante per te) e la tacca più piccola, ma queste funzionalità sono troppo piccole per aggiornare da un telefono vecchio di cinque mesi. Inoltre, puoi continuare a usare le tue cuffie cablate.

OnePlus 6T (EUR 589,00) Vs Pixel 3 XL: Se puoi permetterti il Pixel 3 XL, otterrai una fotocamera superiore e aggiornamenti Google più tempestivi. Ma il 6T è un’alternativa superba, più conveniente, dato che entrambi i telefoni sono dotati dello stesso processore.

OnePlus 6T (EUR 589,00) Vs Galaxy S9 Plus (EUR 557,99): Il Galaxy S9 Plus ha una batteria da mostro e uno spazio di archiviazione espandibile, in modo da poter salvare tonnellate di foto e video tutto il giorno – e ha ancora un jack per cuffie. Compra l’S9 Plus se queste cose sono importanti per te o anche l’S9 se vuoi risparmiare denaro. Se no considera il 6T.

OnePlus 6T (EUR 589,00) Vs iPhone XS Max (EUR 1.210,00): Tra questi due telefoni, preferisco la fotocamera e il look di lusso di XS Max. Ma è costoso, quindi se si desidera un Android molto più economico, vai per l’OnePlus 6T.

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Twitter e Facebook.
FONTECNET
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi