Recensione di Google Pixel 3: un pelo lontano dalla perfezione tascabile

0
14
Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

Software liscio, caratteristiche uniche di intelligenza artificiale e una meravigliosa fotocamera rendono il Pixel 3 irresistibile.

PRO

  • Bellissimo schermo OLED
  • Dimensioni perfette
  • Fantastica fotocamera
  • Software liscio
  • Caratteristiche uniche dell’IA

CONTRO

  • Autonomia nella media
  • Grandi lunette

Il Pixel 3 di Google arriva verso la fine di un anno che è stato ricco di smartphone mozzafiato. C’era un’aria generale di scetticismo prima del rilascio. Il design ampiamente trapelato sembrava datato accanto all’iPhone XS, il foglio di specifiche appariva mancante accanto al Galaxy Note 9, e la fotocamera a obiettivo singolo sembrava limitata accanto al P20 Pro, ma il Pixel 3 dimostra che ci sono ancora alcune cose che Apple, Samsung e Huawei possono imparare dall’approccio unico di Google al mercato degli smartphone.

LA DIMENSIONE IDEALE DELLO SMARTPHONE

LA DIMENSIONE IDEALE DELLO SMARTPHONE

Il design è importante, eppure a volte sembra che l’approccio di Google all’hardware sia un po’ troppo rilasciato. La brutta, profonda tacca di Pixel 3 XL e le grandi cornici che fiancheggiano lo schermo di Pixel 3 sono state completamente derise. Google è rimasta dietro qui. Se volete avere una tacca, non dovrebbe esserci una lunetta così spessa nella parte inferiore; se si riducono le lunette, è possibile inserire schermi più grandi senza rendere i telefoni troppo grandi. Se si tratta di una scelta tra tacca e lunette, preferiamo le lunette del Pixel 3.

Tutti i pregiudizi del Pixel 3 si basavano sul suo aspetto, ma la nostra opinione si attenuò immediatamente quando ne tenemmo uno in mano. Questo non può essere correttamente trasmesso solo attraverso le parole o le foto, quindi ti suggeriamo caldamente di provare a tenere uno di persona. Il Pixel 3 ha la dimensione e il peso perfetti per uno smartphone. Di tutti i telefoni che abbiamo usato nell’ultimo anno, il Pixel 3 è il più facile da usare con una sola mano e il più comodo da gestire.

È delicatamente curvo con una cornice lucida incastonata in vetro. La firma del design bicolore di Google è stata mantenuta sul retro, con una piccola sezione lucida nella parte superiore che ospita il modulo fotocamera, e una sezione inferiore opaca con il sensore di impronte digitali posizionato centralmente vicino alla parte superiore.

La cosa intelligente qui è che il retro del Pixel 3 è infatti un pezzo continuo di robusto Gorilla Glass 5. La finitura è incisa con una tecnica speciale che non abbiamo mai visto prima. Si sente morbido al tatto e non raccoglie macchie di impronte digitali che sono un problema così comune sugli smartphone di vetro.

Troverai il pulsante di accensione sul bordo destro con il bilanciere del volume al di sotto. Nella nostra unità di recensione bianca, il pulsante di accensione è verde menta, ma c’è una versione nera con un pulsante di accensione nero, e una versione rosa con un pulsante di accensione arancione. A parte questo c’è solo la porta USB-C sul bordo inferiore con il vassoio della scheda SIM accanto. Non c’è spazio per una scheda microSD qui e nessun jack audio da 3,5mm.

Black Friday 2018 è il 23 Novembre

Nell'attesa dai un'occhiata alle offerte QUI.

Attenzione: Anche quest'anno Amazon.it festeggia il Black Friday con sconti fino al 96%!

Controlla le offerte e salva i prodotti nel tuo carrello così sarai pronto di acquistare per primo. Ti ricordiamo che molte offerte hanno una durata che può variare da poche ore ad alcuni giorni oppure sono valide solo fino a esaurimento scorte.

 

Il Pixel 3 ha una dimensione molto simile a quella dell’iPhone XS, è un tocco più alto, ma non altrettanto largo. Mentre Apple ha inserito un display da 5,8 pollici nel suo dispositivo, il display di Pixel 3 è di soli 5,5 pollici. La fotocamera frontale a doppia lente è incorporata nel lato sinistro della lunetta superiore e ci sono altoparlanti stereo centrali superiore e inferiore. Gli altoparlanti sono più forti del 40% rispetto al Pixel 2 e suonano molto più dinamici, e il suono può facilmente riempire una stanza.

Tutti i principali produttori di telefoni sono passati agli schermi OLED nelle loro ammiraglie e siamo contenti che l’abbiano fatto. Il rapporto di contrasto più elevato si vede, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione e al buio, dove il vero nero si distingue e la retroilluminazione causa problemi.

Con una risoluzione di 2.260×1.080 pixel, il display del Pixel 3 è nitido e leggibile. Google ha fatto un serio sforzo qui per migliorare sui display dello scorso anno. Siamo lieti di informarvi che i display di quest’anno sono perfetti.

Posizionando il Pixel 3 fianco a fianco con l’iPhone XS, è impossibile scegliere tra di loro. Lo schermo di Pixel 3 è eccellente. Google ha aumentato la saturazione dopo le lamentele dello scorso anno, e pensiamo che sembra molto meglio. Vale anche la pena notare che è ancora possibile immergersi nelle impostazioni dello schermo e così tornare al profilo colore più «naturale».

Giocare al buio, guardare un film sul treno o leggere su una panchina del parco: qualsiasi cosa tu stia facendo, il display si adatta automaticamente all’ambiente.

CARATTERISTICHE RILEVANTI

CARATTERISTICHE RILEVANTI

Ciò che ci eccita di più del Pixel 3 è la rivoluzionaria intelligenza artificiale (I.A.) all’interno. Il Pixel 3 può fare cose che nessun altro telefono può fare. Molte di queste riguardano la fotocamera, a cui arriveremo presto, ma Google Assistant sta diventando sempre più utile di giorno in giorno e ci sono altre funzionalità davvero utili che si combinano per offrire una grande esperienza.

Il flagello delle chiamate spam potrebbe irritarti, quindi la funzione di screening delle chiamate di Google è la benvenuta. Consente di utilizzare l’Assistente di Google per rispondere a una chiamata per te, mentre ti mostra una trascrizione in tempo reale di ciò che il chiamante sta dicendo. È dunque facile capire se si tratta di una persona autentica che cerca di parlarti o di un call center. È possibile contrassegnarla come spam se si tratta di quest’ultimo. Puoi anche usare questa funzione se sei in una riunione o sei occupato come modo per capire perché qualcuno sta chiamando, anche se potrebbe sembrare un po’ strano alla persona sull’altro capo. In entrambi i casi, questa è diventata rapidamente una delle nostre funzionalità preferite sul Pixel 3. E sta per arrivare anche al Pixel 2 e Pixel 1.

Non vediamo l’ora di provare la funzione Duplex di Google, che ti permette di chiedere a l’Assistente Google di prenotare un tavolo o di fissare un appuntamento. Questa funzione sarà presto disponibile al Pixel 3 (così come al Pixel 2 e Pixel 1) e aggiorneremo questa recensione allora.

L’intelligente funzionalità Now Playing dello scorso anno, che identifica la musica ovunque tu vada, è stata migliorata con una pagina di cronologia che ti permette di rivedere l’elenco delle tracce. Vuol dire che puoi tornare indietro e scoprire quale fosse quella canzone della festa di ieri sera che ora ti e’ rimasta in testa.

Se colleghi gli auricolari USB-C cablati con il tuo Pixel 3, allora Google Assistant apparirà e ti dirà quando hai un messaggio di testo, dandoti la possibilità di sentirlo. Puoi anche fare una delle solite domande per scoprire quando parte il prossimo treno, il tuo calendario, il meteo o cambiare canzone.

SOFTWARE LISCIO E VELOCE

 

Su carta, il processore Qualcomm Snapdragon 845 e 4GB di RAM sono specifiche nella media, ma non abbiamo riscontrato alcun problema con le prestazioni del Pixel 3. Questo è uno smartphone intelligente e reattivo che funziona felicemente con qualsiasi app o giochi si sceglie.

Mentre il Snapdragon 845 è onnipresente, molti altri smartphone top di gamma hanno 6 o 8GB di RAM, tra cui il relativamente economico OnePlus 6 e l’Asus Zenfone 5Z. Possiamo capire perché le persone si sarebbero aspettate che Google contenesse più RAM, ma siamo certi che la stragrande maggioranza delle persone sarà soddisfatta della velocità del Pixel 3.

I risultati di benchmark sono esattamente quello che ci si aspetterebbe:

  • AnTuTu 3DBench: 277.559
  • Geekbench 4 CPU: 2.343 single-core; 8.260 multi-core
  • 3DMark Sling Extreme: 3.488 (Vulkan)

Questi risultati mette il Pixel 3 allo stesso livello della maggior parte delle altre ammiraglie Android, tra cui il Note 9. Non pensiamo che vedrete una differenza evidente e il fatto che Pixel 3 sia libero da un’interfaccia utente del produttore, come Samsung Experience, significa che è più veloce.

Non sarai sorpreso di trovare l’ultima versione del sistema operativo mobile di Google su Pixel 3. Android 9 Pie offre molti piccoli miglioramenti, come le notifiche più ampie. Potrebbe volerci un po’ di tempo per abituarsi alla mancanza dei fisici pulsanti di navigazione e imparare i nuovi gesti, ma chiunque passi da un altro dispositivo Android si sentirà subito a casa.

Come sviluppatore di Android, Google invierà prima gli aggiornamenti alla gamma Pixel. Ciò significa che gli aggiornamento software sono tempestivi alla pari di Apple, negando una delle grandi critiche dell’ecosistema Android: sicurezza e frammentazione. Pixel 3 è garantito di ottenere aggiornamenti software per almeno due anni, e aggiornamenti di sicurezza per tre, che è più di quanto si possa dire per molte altre ammiraglie Android.

FOTOGRAFIA PERFETTA

FOTOGRAFIA PERFETTA

Google ha migliorato le fotocamere del Pixel 2 e 2 XL in Pixel 3 e 3 XL. Ancora una volta, entrambe le dimensioni del telefono hanno una configurazione identica della fotocamera. Finora siamo soddisfatti della fotocamera e probabilmente sarà un candidato forte per il migliore dell’anno.

La fotocamera principale vanta un obiettivo singolo valutato a 12,2 megapixel con un’apertura f/1,8. La fotocamera frontale è ora costituita da due obiettivi da 8 megapixel, uno con un’apertura f/1.8 e un compagno grandangolare con un’apertura f/2.2.

Ma devi guardare oltre l’hardware per scoprire i veri cambiamenti. Google utilizza l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per migliorare la tua fotografia in una serie di modi intelligenti. La funzione HDR+, introdotta nel Pixel 2, unisce diverse esposizioni per arrivare allo scatto ideale. Fa dunque un gradito ritorno, ma Google ha aggiunto alcune funzionalità extra come Top Shot, Super Res Zoom e Night Sight.

Top Shot acquisisce fotogrammi prima e dopo aver premuto il pulsante di scatto, quindi identifica e scarta le immagini sfocate o gli scatti in cui le persone hanno distolto lo sguardo o hanno gli occhi chiusi. Puoi espandere il menu e rivedere gli scatti da solo, ma non abbiamo ancora trovato uno scatto migliore di quello suggerito.

Super Res Zoom è stato progettato per spremere più dettagli dalle foto in cui hai zoomato. Gli zoom digitali generano di solito scatti molto rumorosi, ma Super Res Zoom aiuta a ridurre il rumore e ottenere risultati più vicini a quelli che ci si aspetterebbe da un teleobiettivo dedicato capace di zoom ottico, come quelli che troverai sull’iPhone XS e il Galaxy S9 Plus. E’ buono, ma non alla pari.

Night Sight non è ancora disponibile, ma è impostato per migliorare le già decenti prestazioni in scarsa illuminazione, combinando scatti per migliorare i colori e scegliere dettagli che di solito andrebbero persi. Lo testeremo non appena Google lancerà’ l’aggiornamento.

Uno dei punti di forza principali delle fotocamere Pixel 3, sia anteriore che posteriore, è la modalità verticale. I risultati in diversi ambienti con diversi livelli di luce non sono mai meno che eccellenti.

Il Pixel 3 fa foto ritratti che vuoi condividere, e la maggior parte delle persone sono sorprese e deliziate dai risultati, anche se non sono perfetti. Se osservi attentamente i bordi del soggetto, a volte vedrai aree in cui la sfocatura avrebbe dovuto essere applicata ma non è stata.

La fotocamera frontale è anch’essa in grado di scatti ritratto, applicando la sfocatura bokeh dopo lo scatto con lo stesso successo della fotocamera principale. Ogni foto ritratto è presentata come due foto: l’originale, senza sfocatura, e la seconda con la sfocatura applicata.

Uno degli aggiornamenti più grandi del Pixel 3 è l’introduzione di un secondo obiettivo grandangolare, attivato con un cursore facile da raggiungere nell’app della fotocamera accanto al pulsante di scatto. Puoi vedere che i selfie di gruppo o i selfie in cui vuoi inserire anche lo sfondo sono molto più facili da catturare con l’opzione grandangolare.

Per fortuna, a differenza di altre opzioni grandangolari che abbiamo usato, non c’è molta distorsione evidente negli angoli o rumore che si insinui con il Pixel 3. È una caratteristica ben pensata, facile da usare e funziona bene.

Finora siamo soddisfatti della fotocamera e probabilmente sarà un candidato forte per la migliore dell’anno, anche se ha già una concorrenza molto serata.

Prima di andare avanti, è importante notare che con Google Foto ottieni uno spazio di archiviazione cloud gratuito e illimitato, per tutte le foto e i video che scatti con il tuo Pixel 3, nella loro risoluzione originale e di alta qualità. E’ un vantaggio prezioso.

L’autonomia è il suo tallone d’Achille

Il Pixel 3 ha una batteria da 2.915mAh. Siamo rimasti delusi dalla durata della batteria del Pixel 2, ma speravamo che il leggero salto di capacità da 2.700mAh, accoppiato con un processore e un software più efficienti, potesse portare a un discreto salto di durata. Purtroppo, questo non è stato il caso e il Pixel 3 ci dà l’ansia un po’ troppo spesso.

In una giornata intensa si dovrà cercare una presa molto prima di sera. Dopo una giornata piuttosto impegnativa di uso misto, con un sacco di riprese fotografiche, a partire dalle 8 del mattino siamo riusciti ad arrivare strisciando fino alle 23, ma la percentuale di batteria era in cifre singole. L’iPhone XS, scattando tutte le stesse foto, aveva ancora il 38% nel serbatoio.

La buona notizia è che Google, a differenza di altri produttori, include un kit di ricarica rapida, USB-PD, che fornisce un caricabatterie da 18W e un cavo di ricarica da USB-C a USB-C. Ciò significa che si può passare dal 17% al 42% in 15 minuti e ci sono voluti solo 50 minuti per raggiungere il 100%.

C’è anche la ricarica wireless Qi veloce, utilizzando qualsiasi pad di ricarica wireless da 10W. Google sta vendendo anche il proprio caricabatterie wireless, chiamato Pixel Stand.

IL NOSTRO VERDETTO

Il Pixel 3 non ti ecciterà a prima vista, ma è uno smartphone con qualità nascoste. Google offre la migliore esperienza Android, caratteristiche uniche dell’intelligenza artificiale che non hanno eguali altrove, e una fotocamera che cattura foto meravigliose. Il compromesso è un design noioso, anche se molto meglio di quanto sembri, e una preoccupante mancanza di durata.

Esiste un’alternativa migliore?

No. Se sei deciso su un telefono Android, allora pensiamo che il Pixel 3 sia il migliore che puoi ottenere in questo momento. Il Pixel 3 XL offre lo stesso in un pacchetto più grande e brutto.

Potresti risparmiare un po’ di soldi con il Pixel 2 dell’anno scorso o forse l’OnePlus 6. Se altre cose sono più importanti per te, potresti giustificare la spesa in più per il pacchetto di funzionalità del Galaxy Note 9. Potresti anche voler provare l’impressionante Huawei Mate 20 Pro. Queste alternative hanno tutte qualcosa da offrire, ma sono diverse piuttosto che migliori.

Quanto durerà?

Pensiamo che il Pixel 3 ti durerà tre anni se ti prenderai cura di esso. Google ha garantito aggiornamenti software tempestivi per almeno 3 anni. Dovresti avere una custodia per proteggere il vetro, ma il telefono è resistente all’acqua IP68, quindi hai una certa protezione dall’acqua.

Dovresti comprarlo?

Sì. Se vuoi la migliore esperienza Android e preferisci qualcosa che puoi usare con una sola mano, Pixel 3 è su misura per te.

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Twitter e Facebook.
FONTEDigital Trends
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi