I migliori tappetini da Yoga

96
Disclaimer: In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

La scelta del miglior tappetino da yoga non è una decisione che uno yogi dovrebbe prendere alla leggera. Dopotutto, oltre a costarti soldi, può davvero alterare la tua pratica. Ma come si fa a fare la scelta perfetta? Ci sono così tanti tipi diversi.

Alcuni sono spessi, mentre altri sono sottili; alcuni sono super aderenti e altri sono lisci. È meglio optare per uno bello o uno che sembra super resistente? E quelli più costosi valgono davvero il loro prezzo? AIUTO!

Quindi, da dove cominciare quando si tratta di decidere su quello giusto? Continua a leggere, per imparare ciò che alcuni degli yogi più noti del mondo hanno da dire sui loro tappetini yoga preferiti.

Un tappetino è un tappetino, giusto? Non quando si tratta di yoga. Nello yoga, il tappetino è il tuo spazio privato. È li dove si va per trovare zen, forza, sollievo. Ma è difficile arrivarci quando si dispone di un tappetino che incasina il flusso. Anche gli yogi più bravi si arrabbiano se le loro mani iniziano a scivolare. “Se si pratica yoga regolarmente, è necessario investire nel proprio tappetino”, afferma Kristin McGee, un istruttrice di yoga Peloton.

La maggior parte dei tappetini da yoga sembrano abbastanza simili, ma ci sono differenze di spessore, materiale, consistenza e aderenza o viscosità che possono influenzare il modo in cui ti muovi. Quest’ultimo attributo è uno degli elementi più essenziali per gli yogi: “Un tappetino ha bisogno di avere una solida presa fin dall’inizio”, dice McGee, un altro istruttore di yoga Peloton. “Se stai scivolando troppo, non è un buon segno.” Tutto quel movimento extra ti distrarrà dall’essere presente e concentrarti sul tuo flusso — che è l’intero punto dello yoga.

Un tappetino strutturato fornisce tipicamente una maggiore trazione, ma il materiale può influenzare sulla presa. “La maggior parte dei tappetini sono realizzati con cloruro di polivinile (PVC)”, afferma Kevin Schaefer, noto istruttore di yoga. Il PVC si usava nei primi tappetini. Ma ora, ci sono quelli ecologici realizzati in gomma naturale e riciclata o altri materiali naturali che forniscono molta presa. “La gomma è la mia scelta: è solida e ottima per bilanciare le pose, se è anche spessa, diventa anche molto comoda.”

Il comfort è un altro fattore importante per gli yogi, e dipende dallo spessore del tappetino. “I tappetini da viaggio possono essere sottili da 1 a 3mm”, spiega Schaefer. “Il tuo solito tappetino da casa è di circa 3 a 6mm di spessore. E se vuoi un po’ di comfort extra, puoi andare oltre a 7mm.” Alcune persone hanno bisogno di più imbottitura di altri, quindi è fondamentale capire cosa va meglio per voi (e le vostre articolazioni).

Un buon tappetino può essere un investimento, ma ne vale la pena. “Se ti prendi cura di loro, i tappetini da yoga possono durare per un periodo piuttosto lungo — almeno cinque anni!” sottolinea McGee. “Ciò significa asciugarlo bene dopo ogni sessione e dargli una pulizia profonda e lasciarlo asciugare bene almeno una volta al mese”.

Ma un tappetino da yoga non deve costare molto. Ecco una varietà di scelte per tutti i portafogli, sia che tu stia cercando un’opzione economica o uno da portare con te.

Tappetino con migliore presa: Jade Yoga Harmony

Il Jade Harmony (EUR 78,95) è il tappetino preferito di molti istruttori di yoga. Una di loro, Quinn Suplina commenta: “è fatto di gomma naturale atossica e offre la giusta quantità di ammortizzazione sia per i principianti sia per gli yogi esperti. È anche molto stabile e abbastanza resistente”.

Il tappetino Harmony è realizzato a 100% in gomma, e questo offre alcuni vantaggi, perché assorbe molta umidità e aiuta a mantenere sempre una buona presa — forse troppo per alcune persone, in quanto può essere difficile ruotare i piedi o far scorrere le mani quando si passa da una posizione all’altra.

Ma se sudate molto, questo potrebbe non essere il tappetino ideale per voi in quanto assorbe il sudore e può richiedere molto più tempo per asciugare. Inoltre, la superficie strutturata può essere una sfida per alcuni. “Può rendere le transizioni da una posa a un altra un po’ più impegnative rispetto ad altri tappetini”, aggiunge Quinn Suplina.

È sottile, con uno spessore di 4¾ millimetri, ma offre comunque una sensazione spugnosa ma di supporto sotto mani, piedi e ginocchi. È disponibile in cinque taglie, tra cui due nella linea XW (extra-wide), ma sappi che più grande la dimensione, più pesante il tappetino – e la gomma non è leggera. Questo tappetino ha un forte odore di gomma, almeno all’inizio, che non tutti amano, e la gomma contiene lattice. Se sei allergico al lattice, prova una delle nostre raccomandazione senza gomma più sotto.

I proprietari di questo tappetino sono entusiasti della sua durata e costruzione in gomma naturale, ma la caratteristica di cui vanno veramente pazzi è la sua presa; un vero mana dal cielo durante lo yoga caldo e sudato.

“Questo tappetino ha più presa di qualsiasi altro tappetino che ho usato. Ho provato molti altri in passato ma questo li supera di gran lunga, soprattutto una volta che inizi a sudare. Raramente, ho dovuto usare un asciugamano sul mio tappetino durante lo yoga”, scrive un recensore.

Un altro praticante aggiunge: “Uso i tappetini Jade Yoga dal 2012. Prima avevo provato ogni altro tappetino là fuori ma questi sono gli unici che mi impediscono di scivolare”.

Uno yogi esperto offre la sua spiegazione per la presa superiore di questo tappetino: “Il Jade è fatto con gomma a celle aperte, quindi il sudore viene assorbito e il tappetino mantiene la sua presa. Dopo la lezione lo spruzzo di spray detergente e lo lascio asciugare ed è buono per la prossima volta. Non posso credere di aver usato un tappetino economico per tanti anni. La differenza è incredibile; migliore presa, migliore comfort e una più facile transizione tra le pose”.

Approfondisci:

Miglior tappetino da viaggio: Jade Yoga Travel

 

Portare il proprio tappetino ovunque si vada può essere un problema. Ecco perché esiste il tappetino Travel di Jade (EUR 71,95) dice Beryl Bender Birch, considerata da molti la matriarca di Vinyasa yoga.

“Mi piace come sia splendidamente leggero e facile da trasportare. Inoltre è realizzato in gomma naturale, non ha PVC, plastificanti tossici o coloranti nocivi, ed è anche privo di lattice al 99 per cento, tutto importante per me come attivista ambientale.”

Approfondisci:

Miglior tappetino da viaggio pieghevole: Jade Yoga Voyager

I tappetini per lo Yoga non sono esattamente l’accessorio più adatto ai viaggi. Ma se si viaggia spesso e si vuole tenere il passo con lo yoga, si desidera un tappetino che si può facilmente portare con sé. Il tappetino Voyager di Jade Yoga (EUR 41,95) pesa solo 1,7 chili e si piega come gli abiti. “Questo tappetino è incredibilmente compatto, ma anche resistente e con una grande presa”, afferma Sara Clark, istruttrice di YogaGlo.

Abbiamo trovato la presa di questo tappetino molto buona quasi alla pari del Harmony. Questo tappetino ha però meno ammortizzazione. Una soluzione sarebbe quella di usarlo su un tappeto o sopra un altro tappetino poiché rimane fermo e sicuro come quando è steso direttamente sul pavimento.

Approfondisci:

Miglior tappetino leggero: Manduka Eko Lite

Quando abbiamo chiesto qual’è il miglior tappetino da yoga leggero, quasi tutti gli insegnanti di yoga hanno risposto il Manduka eKO Lite (EUR 74,99). “Questo è il mio tappetino preferito e lo è stato per quasi sei anni”, dice Christine Chen, autore di libri bestseller sullo yoga. “Mi supporta bene senza essere troppo spugnoso ed è ottimo per le classi di Vinyasa”. Anche se non è super pesante, ha abbastanza peso per rimanere in posizione durante la pratica. E migliora con l’uso. È anche una delle opzioni Manduka più convenienti, il che non guasta.

Il tappetino da yoga Manduka Eko Lite è realizzato in gomma non amazzonica, completamente naturale, rinforzata con poliestere e cotone e prodotto senza colle tossici o agenti schiumogeni. Non sono stati utilizzati prodotti chimici tossici per ammorbidire la gomma, che è più raro di quanto ci si possa aspettare. Questi tappetini hanno due strati di densità diverse, offrendo così una combinazione di supporto spugnoso e solido, e hanno una superficie a celle chiuse che respinge l’umidità. La gomma naturale ha una buona presa in condizioni asciutte e si sente piacevole e di supporto sotto il corpo.

Gli yogi che hanno acquistato il Manduka dicono che questo tappetino sottile e leggero è perfetto da portare in giro. “Questo è il mio tappetino da yoga preferito a casa e per viaggiare”, scrive un acquirente. “Lo porto sempre con me arrotolato sullo zaino da spalla e ho scoperto che è ideale per stenderlo sopra i tappetini presi in prestito!”.

“Sono un assistente di volo e voglio essere in grado di allenarmi nella mia camera d’albergo, soprattutto quando l’hotel non ha una palestra. È estremamente leggero, facile da pulire, facile da piegare e di grande qualità. Mi piace che è sottile, ma offre lo stesso un sacco di presa! Lo consiglio vivamente a chiunque viaggi spesso”.

Approfondisci:

Miglior tappetino con allineamenti: Liforme

Questo è un po’ più costoso (EUR 115,00) rispetto agli altri, tuttavia, vale la pena se vuoi davvero portare la tua pratica al livello successivo, afferma Colleen Saidman Yee, istruttrice di yoga delle celebrità e fondatrice degli acclamati studi Yoga Shanti negli Hamptons e New York. “Questo tappetino offre il perfetto mix di supporto e ammortizzazione per il mio corpo di 58 anni. Inoltre, i disegni geometrici sul tappeto sono meravigliosi per l’allineamento e la simmetria: tutto ciò fa la differenza per la pratica Asana”.

Non c’è modo di ottenere tutti i benefici dello yoga se non hai la forma giusta. Il tappetino da yoga Liforme ti aiuta a rimanere centrato, letteralmente, con marcature intelligenti che indicano dove devono essere messe le mani, i piedi e il centro per un corretto posizionamento (i segni sono incisi direttamente sulla superficie del tappetino, quindi non svaniranno nel tempo). Questo tappetino è sottile poiché misura soli 4,2mm di spessore, ma c’è una porzione di feltro extra inserita tra gli strati di gomma naturale che fornisce ulteriore supporto e stabilità.

Meglio di tutti, questo tappetino è prodotto da un’azienda con una visione ecologica e rispettosa dell’uomo. Liforme si preoccupa dell’impatto dell’azienda sul pianeta e ha affrontato la sfida di un tappetino da yoga sostenibile e atossico, immergendosi nella ricerca e facendo il proprio studio indipendente. Il risultato è un tappetino realizzato in materiale inodore, atossico, privo di PVC, che viene incollato a caldo senza l’uso di adesivi tossici ed è anche biodegradabile in condizioni normali di discarica in 1-5 anni!

I due aspetti negativi di questo tappetino sono il prezzo e l’assorbimento. Il tappetino da yoga Liforme è uno dei tappetini più costosi sul mercato. Respinge lo sporco, per quanto possibile, ma è abbastanza assorbente, quindi è necessario pulirlo di frequente.

Secondo i recensori, questo tappetino da yoga funziona bene – è spesso e ha una grande presa – ma il motivo principale per ottenerlo sono i marcatori di allineamento che contribuiscono a garantire il corretto posizionamento durante le pose. Una persona che è tornata allo yoga dopo una lunga pausa commenta: “Ho subito scoperto che avevo bisogno di aiuto. La mia forma non era così buona come una volta e stavo trovando difficile avere un allineamento adeguato. Il tappetino Liforme è stato una benedizione. Non devo indovinare se il centro del mio piede posteriore è in linea con il tallone del mio piede anteriore — il tappetino mi aiuta con tutto questo. Sono così felice di aver trovato questo fantastico tappetino!”

Un altro parla del prezzo premium: “Sì, è costoso, ma ne vale la pena. Adoro la presa, le dimensioni e lo spessore. Le linee sono ottime e ti rendono costantemente consapevole dello spazio. Consiglierei vivamente questo tappetino a tutti”.

Approfondisci:

Miglior tappetino in generale: Manduka PRO

La maggior parte dei professionisti concordano sul fatto che se hai intenzione di investire in un tappetino da yoga, investi in uno Manduka PRO (EUR 104,95). “Ho avuto il Manduka PRO dal 2009 ed è l’unico tappetino che uso”, afferma Romine. È super imbottito e facile da pulire, e si asciuga velocemente. “La superficie a celle chiuse è progettata per evitare che lo sporco e il sudore infiltrano, il che può portare a odori cattivi a lungo termine”, aggiunge Quinn Suplina. Inoltre, Manduka offre la garanzia a vita.

Tuttavia, questo non è un tappetino da portare con se. “È pesante rispetto ad altri tappetini, ma è incredibilmente resistente. Trovo che il peso extra aiuti a mantenerlo in posizione durante l’allenamento “, afferma Hansen. I tappetini possono essere scivolosi all’inizio e potrebbero richiedere un po’ di tempo per funzionare come si deve, ma non questo.

In aggiunta, grazie al suo spessore di 6mm, questo tappetino offre un eccellente supporto per le ginocchia. È anche realizzato con PVC ecologico e sicuro ed è privo di tossine come ftalati.

I recensori hanno anche commentato come questo tappetino sia particolarmente adatto per l’uso sulla moquette. “Faccio yoga nella mia camera da letto. Avevo un tappetino Manduka Pro-Lite, ma non ho mai sentito di avere un buon equilibrio sul mio pavimento in moquette. La natura più spessa di questo tappetino lo rende ideale per questo”.

Un’altra persona aggiunge: “Questo tappetino è eccellente per coloro che vogliono praticare yoga a casa sul tappeto. I miei altri tappetini scivolano sempre sul mio pavimento in moquette, ma questo è abbastanza pesante da rimanere fermo. Se siete seri sul yoga, investite in questo tappetino e non ve ne pentirete”.

Approfondisci:

Miglior tappetino per la casa: Manduka PRO Squared

Per quei dedicati alla pratica di yoga, avere un tappetino da casa (EUR 360,00) ha molto senso. “Le sue dimensioni mi permettono di muovermi liberamente”, dice Jill Miller, co-fondatrice di Tune Up Fitness Worldwide. “La sua densità e assorbimento degli urti sono ineguagliabili da qualsiasi altro tappetino da yoga sul mercato. Si tratta di un apparecchio permanente nel mio studio di casa”.

Approfondisci:

Miglior tappetino spesso e antiscivolo: Hugger Mugger Tapas

Un po’ di storia: il Tapas (EUR 85,92), che ha debuttato alla fine degli anni ottanta, è stato il primo tappetino progettato specificamente per lo yoga e, di conseguenza, tutti gli altri si sono misurati con esso. Per gli yogi che hanno raggiunto la maggiore età, i tappetini Hugger Mugger ispirano un fedele seguito. Per arguire: Aadil Palkhivala, fondatore di Purna yoga dice che questo è il suo tappetino da yoga preferito.

“Mi piace usare questo tappetino perché è extra-spesso”, dice. “Ho ferito il mio corpo nel corso degli anni; questo tappetino fornisce l’ammortizzazione e il supporto di cui ho bisogno. Permette anche alle mie mani di affondare quanto basta in modo da avere più presa”.

Approfondisci:

A cosa stare attenti quando si compra un tappetino da yoga

Spessore: i tappetini da yoga possono variare notevolmente in termini di spessore: alcuni tappetini da viaggio sono spessi solo 0,6cm, mentre le opzioni premium possono essere spesse fino a 1,27 cm. Più spesso è il tappetino, più ammortizzazione fornirà durante le pose, ideale per chi ha problemi con le ginocchia. Tuttavia, il compromesso è che i tappetini spessi sono più ingombranti da trasportare. Possono anche essere un po’ traballanti durante le pose di equilibrio.

Materiale: La maggior parte sono realizzati in PVC, che non trattiene umidità o odori. Tuttavia, il PVC non è un materiale ecologico, motivo per cui molti yogi preferiscono i tappetini in gomma, iuta o cotone.

Liscio o ruvido: alcuni tappetini sono strutturati (ruvidi) mentre altri sono completamente lisci. I tappetini strutturati di solito forniscono una migliore presa, ma ci sono persone che trovano i tappetini lisci più confortevoli. Tutto dipende dalle tue preferenze personali.

Cura

Tutti i tappetini sono dotati di istruzioni specifiche per la cura dei materiali di cui sono fatti, ma in genere si dovrebbe pulire il tappetino dopo ogni utilizzo con un panno inumidito all’acqua e aceto per poi lasciar asciugare completamente.

Pulire il tappetino è importante, non solo per l’aspetto o per il fatto che l’accumulo di sporco può deteriorare il materiale. Qualsiasi superficie che viene toccata spesso e si bagna è un potenziale terreno fertile per i germi.

Anche se è possibile lavare la maggior parte dei tappetini da yoga in lavatrice la centrifuga può facilmente strappare il tappetino in PVC o non in gomma. I tappetini in gomma si lavano bene nella lavatrice, ma trattengono una tonnellata di umidità e possono richiedere tantissimo tempo per asciugare.

Un altro problema di manutenzione per molti tappetini è che sia la gomma naturale sia molte schiume plastiche si degradano quando esposti alla luce UV. Ciò significa che non va bene asciugali al sole, e non vanno bene per lezioni all’aperto.

Leggi anche: MIGLIORI TAPPETINI

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Facebook e Twitter.

Dicci cosa ne pensi