Google sa meglio. Il Pixel 2 XL è il miglior telefono Android mai realizzato

Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

Pro

  • Splendido design, veloce
  • Fotocamera brillante
  • Eccellente esperienza software, aggiornamenti tempestivi
  • IP67 impermeabile

Contro

  • Nessun jack per le cuffie
  • Il display ha una tinta blu quando visto dal lato

Google l’ha fatto di nuovo. Nonostante la concorrenza impressionante di quest’anno, il Pixel 2 XL (EUR 693,49) è il miglior smartphone Android al mondo. Ora, prima di iniziare a puntare contro i suoi difetti (la mancanza di un jack per cuffie; i bordi intorno allo schermo; o lo slot microSD mancante) ammettiamo che il Pixel non ha il miglior hardware. Google è una società di software ed è lì che brilla il Pixel 2 XL.

Nota: Ci sono stati alcuni reclami sullo schermo di Pixel 2 XL. Google ha risolto il problema e ha esteso la garanzia per la tranquillità dei clienti.

Una finestra da 6 pollici su un mondo Android

La linea di smartphone Pixel è iniziata l’anno scorso quando Google ha abbandonato il marchio Nexus, segnalando la sua intenzione di esercitare maggiore controllo sull’hardware. Quello che una volta era una collaborazione con un produttore è ora un telefono progettato completamente da Google.

Non c’è mai stato uno sguardo singolare e iconico ai telefoni Nexus. Il Motorola Nexus 6, per esempio, ha copiato l’aspetto di altri telefoni Motorola. Non è così con il Pixel 2 XL, che porta avanti il design del Pixel XL dello scorso anno. È sempre più facile distinguere un pixel in un mercato inondato di facsimili. Questo è importante se Google vuole che la persona media ricordi cosa sta cercando di vendere.

La cosa bella è che non assomiglia al tuo normale smartphone, grazie al design posteriore in vetro e alluminio bicolore. Un quarto della parte superiore del telefono sul retro è di vetro, mentre il resto è in metallo. Il Pixel 2 XL è leggermente diverso, con una fotocamera più grande che purtroppo si blocca un po’, e il vetro si ferma prima del sensore delle impronte digitali. Sono andate via le brutte linee d’antenna, ora mascherate dal vetro. Sembra molto più raffinato e maturo rispetto al Pixel XL, in parte perché Google ha lasciato i bordi più angolari, piuttosto che arrotondarli.

Ci piace molto il design di Pixel 2 XL, e ci è piaciuto anche il modello vecchio, ma questo è soggettivo. Abbiamo già sentito l’aggettivo «brutto» in giro per l’ufficio, e alcuni amici semplicemente non sono convinti dal design. Il metallo sul retro, che ha una texture opaca unica, è particolarmente polarizzante. E’ quasi come una lavagna liscia. Pensiamo che sia piacevole al tatto, ma tieni in mano un iPhone X o un Galaxy S9 e ti sentirai come se il Pixel 2 XL non fosse fatto di materiali simili e di alta qualità. Il Pixel è molto più leggero, e il design tutto vetro dei telefoni Apple e Samsung urla premium.

Capovolgi il telefono e troverai ciò che rende Pixel 2 XL il telefono migliore da acquistare rispetto al normale Pixel 2: Un grande display con piccole cornici. È la tendenza del design degli smartphone dell’anno, e qualsiasi telefono che non minimizza i bordi intorno allo schermo appare facilmente datato contro quelli come Galaxy S9, LG V30, iPhone X e l’Essential Phone.

Detto questo, le lunette di Pixel 2 XL non sono così sottili, e i lati non mescolano il display nella parte posteriore. Tuttavia, si ottiene qualcosa di vicino, e ci piace come i bordi dello schermo sono arrotondati, come sull’LG G6. Sembra una finestra di 6 pollici in pura beatitudine Android.

Il Pixel 2 XL beneficia di uno schermo pOLED, con un’alta risoluzione di 2.880 × 1.440 pixel. Con 538 pixel per pollice, questo schermo appare nitido e i colori semplicemente spuntano dallo schermo. Lo schermo non è troppo versatile e non è colorato come un display Samsung, ma non pensiamo che sia un problema. Rispetto a un iPhone X, la temperatura del colore è più fredda e i neri sembrano molto più scuri. Lo schermo diventa abbastanza luminoso da vedere all’esterno, ma a malapena.

C’ è un problema che abbiamo notato con lo schermo: inclinandolo di lato e si vede una tinta bluastra. Succede in qualsiasi modo si inclina il telefono, ed è un po’ strano vedere un tale problema in un dispositivo così costoso. Personalmente non pensiamo che sia così brutto, ma è qualcosa di cui essere consapevoli al momento dell’acquisto. Anche altri recensori e proprietari di dispositivi hanno rilevato altri problemi con lo schermo, ma si tratta comunque di problemi di usabilità che non siamo stati in grado di replicare. Google ha risolto questi problemi e ha detto che è sicura che lo schermo sia a posto, ma sta comunque estendendo la garanzia del telefono mentre un aggiornamento software aiuta a mitigare il problema dello schermo e ad aggiungere una modalità di saturazione per coloro che desiderano colori più vividi.

Google ha optato per un rapporto di aspetto 18:9 invece del tradizionale 16:9. La maggior parte delle app Android sono progettate per scalare bene, ma si verificano problemi in cui alcune app sembrano un po’ strane, quasi come se fossero tagliate in alto e in basso perché non sono su scala. Lo abbiamo visto solo con una manciata di giochi, ma stranamente Google non offre la possibilità di forzare un’app a scalare, come fanno LG e Samsung.

Mentre i telefoni Pixel dell’anno scorso avevano un display ambientale che lampeggiava in entrata e in uscita quando c’era una nuova notifica, il Pixel 2 XL ha un display sempre acceso simile al V30 e l’S9. Mostra sempre l’ora, la data, se il telefono è in carica e le icone di notifica. Tocca due volte lo schermo per riattivarlo oppure tocca due volte una notifica per accedere direttamente all’app.

La ragione per acquistare il Pixel 2 XL sul Pixel 2 da 5 pollici è il display. Sembra fantastico, soprattutto con uno sfondo della collezione Living Universe di Google, che aggiunge movimenti accattivanti allo schermo come onde che si schiantano su una spiaggia. I bordi minimi intorno allo schermo migliorano davvero il design generale del telefono, rendendo tutto molto più coinvolgente.

Addio jack

C’è solo una porta sul Pixel 2 XL: una USB Type-C. Dopo aver preso in giro la controversa decisione di Apple di rimuovere il jack per cuffie dall’iPhone 7 Plus, Google ne ha seguito l’esempio. E’ una rottura per molte persone. Rimuovendo il jack per cuffie da 3,5mm costringe i possessori di Pixel a usare un dongle o a sborsare per auricolari wireless, che sono più costose di quelle cablate.

Almeno i due altoparlanti stereo frontali che puntano in basso non vengono più bloccati dalle dita. Si fanno facilmente rumorosi, e hanno suono ben bilanciato. E per fortuna c’è anche Bluetooth 5 a bordo. Questo dovrebbe portare una portata migliore, minore interferenza e minore consumo di batteria per le cuffie wireless.

Prestazioni rapide

Lo smartphone Pixel originale ha avuto un vantaggio sulla concorrenza. È stato il primo a utilizzare il processore Snapdragon 821 di Qualcomm, che è stato un tantino migliore dello Snapdragon 820 trovato in molte ammiraglie del 2016. Nonostante le voci che suggeriscono che il Pixel 2 XL utilizzerebbe un nuovo chip Snapdragon 836, è alimentato dallo stesso Snapdragon 835 che si trova sul Galaxy S8.

Ma c’è ancora un vantaggio che Pixel ha rispetto alla concorrenza Android. Poiché Google ha progettato l’hardware e il software, ed è in grado di ottimizzare il sistema operativo come vuole. Aiuta anche che il software di Google sia puro, senza bloatware Android. Come tale, le prestazioni sono veloci e non abbiamo ancora incontrato problemi. Avviare app e spostarsi attraverso il sistema operativo è fluido e veloce, e giochi come Lego Star Wars: Il Risveglio della Forza, Transformers: Forged to Fight e SUP vengono eseguiti senza intoppi.

Date un’occhiata ai punteggi di riferimento:

  • Antutu: 111,112
  • Geekbench 4: 1.179 single-core, 4.413 multi-core
  • 3DMark Sling Extreme: 2,318

I punteggi Pixel 2 XL sono stati sorprendentemente inferiori a molti altri dispositivi Snapdragon 835. Samsung Galaxy Note 8, che ha lo stesso processore, ha ottenuto un punteggio AnTutu di 167.946, e l’LG V30 ha ottenuto un punteggio di 171.669. Non sorprende che l’iPhone regni ancora re con il processore A11 Bionic e un punteggio senza rivali di 222.462. I punteggi di benchmark non sono il giudice supremo e tutti questi dispositivi offrono un sacco di potenza. Siamo stati spazzati via dalla velocità di Pixel 2 XL, ed è altrettanto veloce dopo un anno dal lancio.

Il Pixel 2 XL è dotato di 4GB di RAM e una scelta di 64 o 128GB di spazio di archiviazione. Non c’è slot per schede microSD, ma ottieni un archivio fotografico di alta qualità illimitato tramite Google Foto.

Elegantemente semplice Android 8.0 Oreo Experience

La parte migliore degli smartphone Pixel è l’esperienza software. Vale a dire, otterrai tre anni di aggiornamenti con Pixel 2 XL. Questo è importante, perché mantiene al sicuro il tuo dispositivo e ti offre le ultime funzionalità per un tempo più lungo rispetto alla maggior parte dei telefoni Android.

La versione Google di Android è semplice, discreta, elegante e fluida. La schermata iniziale è stata leggermente aggiornata rispetto al Pixel dello scorso anno: la barra di ricerca di Google si è spostata nella parte inferiore dello schermo, rendendo più facile l’accesso; e un nuovo widget del calendario ti mostra il tuo prossimo incontro e il meteo. Scorri verso destra e accedi al feed Google, che presenta uno sfondo trasparente. Scorri verso il basso per accedere al cassetto delle notifiche, che ora aggiunge un’ombra al colore dello sfondo.

Tieni premuto il pulsante di accensione per visualizzare le opzioni Spegni e Riavvia, un aspetto molto più gradevole, simile al design dei tasti di scelta rapida per l’app (le opzioni che vengono visualizzate quando premi a lungo un’app). Il menu Impostazioni è stato condensato notevolmente, in gran parte grazie a Android 8.0 Oreo, che introduce una serie di nuove funzionalità come Notification Dots, Picture-in-Picture mode e altro ancora.

Google Assistant è per lo più invariato, ma Google ha copiato HTC con la funzione chiamata Active Edge. Come con il sensore dei bordi su HTC U11, puoi spremere i bordi del telefono per attivare un’azione. Funziona molto bene, ma è difficile ricordare che è una caratteristica che possiamo usare. E’ utile quando sei in pubblico, hai le mani occupate e non vuoi dire «OK Google» ad alta voce. Tuttavia, ci sarebbe piaciuta la possibilità di personalizzare la funzione per fare qualcos’altro, ad esempio aprire un’app. Questo è possibile su HTC U11, ma sembra che Google voglia mantenerlo strettamente legato ad Assistant, come Samsung costringe le persone a usare il suo pulsante Bixby per l’assistente Bixby.

Una delle nostre aggiunte preferite è Now Playing. Si tratta di una funzione piuttosto semplice che rileva quale canzone si sta riproducendo in background e aggiunge il nome e l’artista al display Always-on. Non preoccuparti, Google non ascolta quello che dici 24 ore su 24, 7 giorni su 7 – il telefono cerca l’impronta audio della canzone in un database che «vive sul telefono». Il database viene aggiornato con nuova musica ogni settimana. Tutto accade offline, sul dispositivo. Puoi toccare il nome del brano e l’Assistente lo aprirà e ti permetterà di visualizzarlo nella tua app musicale preferita.

Generalmente ha indovinato

Generalmente ha indovinato canzoni pop entro 10-20 secondi dall’ingresso in un ristorante o in un negozio. Ci volle circa un minuto per le canzoni un po’ più oscure, e a volte non riesce proprio a identificarle.c’

Il riconoscimento viene eseguito una volta al minuto per risparmiare energia, di cui non abbiamo notato un gran calo. Se non ti piace o pensi che influisca sulla durata della batteria, puoi disattivarlo.

Alla fine l’esperienza software è il pane e il burro del telefono Pixel, e Google ci azzecca ancora una volta.

La migliore fotocamera su uno smartphone

Non ci potrebbe essere un esempio migliore dei punti di forza del software di Google sull’hardware rispetto alla fotocamera del Pixel 2 XL. Mentre quasi tutti gli altri produttori sono andati con una configurazione a doppia fotocamera sui loro smartphone, Google ha coraggiosamente detto che ne ha bisogno.

Il Pixel originale si è rapidamente guadagnato la reputazione di avere una fotocamera eccellente. Anche se pure noi lo pensavamo, e dicevamo che era spesso meglio dell’iPhone 7 Plus all’epoca, una delle nostre lamentele è stata la sua tendenza ad esasperare le immagini. Non è un problema con la fotocamera da 12 megapixel del Pixel 2 XL.

I colori sono incredibilmente accurati, le immagini sono sempre brillantemente dettagliate e la cosa migliore di tutte è che l’app per la fotocamera è incredibilmente veloce e semplice da usare. C’è praticamente zero ritardo di scatto.

L’ elaborazione delle immagini di Pixel 2 XL può fare qualche meraviglia nel togliere o ridurre al minimo la granulazione anche nelle foto in condizioni di scarsa illuminazione. L’HDR+ sempre attivo assicura che le foto non siano mai sovraesposte o sottoesposte in determinate aree. Se lo sono, un dispositivo di scorrimento della luminosità di solito consente di correggere l’aspetto. Di tanto in tanto, le foto possono sembrare come se qualcuno abbia esagerato un po’ troppo, ma le immagini sono sempre qualcosa che probabilmente vogliamo condividere.

Ciò che ci ha fatto saltare

Ciò che ci ha fatto saltare in aria è la modalità Ritratto, in particolare sulla fotocamera selfie da 8 megapixel. La modalità Ritratto è ora una funzionalità su molti telefoni a doppia fotocamera, in quanto i dati di entrambe le webcam aiutano a creare una sfocatura (o bokeh) DSLR simile intorno a un soggetto. Google aveva una vecchia versione chiamata Sfocatura, ma richiedeva di alzare la fotocamera dopo aver scattato uno scatto in modo che potesse acquisire dati di profondità. Ora è molto più semplice: basta toccare l’icona dell’otturatore.

Google utilizza un software per determinare la profondità. I risultati sono spesso accurati e le immagini vengono elaborate molto più velocemente. Certo, ci sono le foto in cui la sfocatura non è del tutto corretta, ma siamo davvero colpiti da loro quando funziona. Detto questo, sarebbe fantastico se potessimo regolare il livello di sfocatura, come offre Samsung. A volte sembra troppo poco, e vorremmo renderla più evidente come sull’iPhone.

La parte migliore della fotocamera di Pixel è che funziona in modo affidabile il 99% delle volte, e svolge un lavoro eccellente nella maggior parte degli ambienti di illuminazione. La modalità Ritratto è la nostra caratteristica preferita, di cui ti innamorerai se fai spesso dei selfie. L’unico altro telefono che ti permetterà di scattare selfie in modalità Ritratto è l’iPhone X.

Quasi un giorno di batteria

La durata della batteria è forse una delle aree più deludenti per il Pixel 2 XL. Non è terribile, ma con un uso pesante eravamo al 20 per cento per le 8 di sera. Questo con musica in streaming, navigazione sul web, utilizzo dei social media, video su YouTube, scattare foto e altro ancora.

In un giorno più leggero eravamo al 45% entro le 21.00. Sicuramente abbiamo visto una maggiore durata della batteria in altri smartphone. Come la maggior parte dei dispositivi di punta, dovrai comunque ricaricare il telefono ogni giorno, ma il Pixel 2 XL ci ha fatto sentire ansiosi ogni volta che non avevamo il cavo di ricarica a portata di mano.

In stato di inattività, il Pixel 2 XL ha perso poco meno del 10% dopo averlo lasciato acceso per la maggior parte del giorno. E quando hai bisogno di una spinta, si carica incredibilmente velocemente con il caricabatterie incluso. L’abbiamo visto sparare dal 39% al 79% in soli 40 minuti.

Prezzo

Google Pixel 2 XL costa EUR 728,26 per la versione da 64GB di spazio di archiviazione o EUR 693,49 per i 128GB.

Il nostro verdetto

Veloce, una fotocamera brillante, un’esperienza Android senza pari, il tutto in un design futuristico ed edge-to-edge. Il jack per le cuffie sarebbe stato la ciliegina sulla torta, ma questa è ancora la torta Android da possedere.

Esiste un’alternativa migliore?

Sì, l’iPhone 8 Plus (EUR 696,00) è un’ottima alternativa che si abbina al Pixel 2 XL su molti fronti. Ha una grande fotocamera, un’esperienza software fluida e il processore mobile più veloce in circolazione. Se non hai preferenze nei confronti di un sistema operativo, vale la pena dare un’occhiata all’iPhone 8 Plus, oppure se i soldi non sono un problema al’iPhone X (EUR 872,00).

Se vuoi restare su Android, pensiamo che il Samsung Galaxy Note 8 sia un’opzione stellare. Ha la doppia stabilizzazione ottica dell’immagine sulle sue fotocamere, uno schermo migliore, e può scattare foto eccellenti. E’ un po’ più costoso a EUR 745,00.

L’LG V30 è una bella via di mezzo, costa EUR 550,00, e ha un jack per cuffie e una divertente fotocamera grandangolare se vuoi qualcosa di unico.

Quanto durerà?

Google Pixel 2 XL è finalmente resistente all’acqua IP67, il che significa che puoi portarlo sott’acqua fino a 1,5 metri per 30 minuti. Questo aiuta con la durata, ma non c’è molto che impedisce che il telefono si rompa se lo lasci cadere, a meno che non prendi una custodia. Gli smartphone Pixel ricevono istantaneamente aggiornamenti software da Google, e il Pixel 2 XL dovrebbe ottenerli per tre anni. Aspettatevi che questo dispositivo duri dai quattro ai cinque anni.

Dovresti comprarlo?

Assolutamente. Se non ti interessa molto il jack per cuffie mancante, il Pixel 2 XL è il miglior telefono Android in circolazione.

FONTEDigital Trends
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi