Recensione di Plantronics BackBeat Pro 2: si snellisce e rimodella, senza perdere il grande set di funzionalità

0
15
Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

PRO

  • Più piccolo e più leggero
  • Buona cancellazione del rumore
  • Qualità audio leggermente migliorata
  • Eccellente qualità delle chiamate
  • Solida durata della batteria

CONTRO

  • Bassi non particolarmente pieni
  • Solo l’edizione speciale ottiene la custodia rigida

Plantronics è noto per i prodotti audio realizzati per l’ambiente di lavoro, ma le impressionanti scoperte dell’azienda nello spazio audio consumer negli ultimi anni hanno attirato la nostra attenzione. Uno di questi prodotti è stato il BackBeat Pro, un impressionante paio di cuffie wireless over-ear, con cancellazione attiva del rumore e una lunga durata della batteria.

Ora, Plantronics è tornato con BackBeat Pro 2, la coppia successore che perde una quantità impressionante di dimensioni e peso, migliorando al contempo comfort, prestazioni e portata wireless. Vendendo tutta quella bontà per un prezzo di soli EUR 164,35, Plantronics ha messo insieme un offerta impressionante a cui vale la pena dare un’occhiata più da vicino.

Fuori dalla scatola

Fuori dalla scatola

Le BackBeat Pro 2 sono disponibili in una scatola che è notevolmente più piccola di quella del loro predecessore, soprattutto quando si tratta di profondità. Le cuffie sono incastonate in carta da imballaggio con i padiglioni piegati piatti per ridurre l’ingombro complessivo. Sotto c’è una custodia in tessuto con due scomparti con cerniera, quello più grande per le cuffie stesse e quello più piccolo per i cavi e gli accessori. Gli accessori includono un cavo audio da 3,5mm per l’ingresso cablato, un cavo di ricarica, oltre alla guida rapida e alle informazioni sulla garanzia.

Caratteristiche e design

Caratteristiche e design

Nonostante ha tagliato un sacco di “grasso”, Plantronics non ha voluto dare nelle BackBeat Pro 2 un completo restyling estetico. I colori sono neutri e i materiali di design sono sorprendentemente simili agli originali. La fascia e i padiglioni hanno una morbida finitura in vinile, con la cuffia destra e sinistra facilmente identificabili.

L’auricolare sinistro ha una piccola selezione di controlli di riproduzione e un chip NFC all’interno per un rapido accoppiamento con i dispositivi compatibili (telefoni Android). Lungo il lato c’è un interruttore per l’ANC (cancellazione attiva del rumore).

La cuffia destra ha un grande pulsante funzione utilizzato per effettuare o rispondere alle chiamate con un semplice tocco. Un doppio tocco richiama l’ultimo chiamante e tenendolo premuto si può accedere a Siri per gli utenti iPhone; Purtroppo non siamo riusciti a farlo funzionare con Google Now o con il nuovo Assistente Google utilizzando uno smartphone Android.

I pulsanti di alimentazione e Bluetooth si trovano sul lato dell’auricolare destro, e all’interno c’è un sensore capacitivo che mette in pausa l’audio quando le cuffie vengono rimosse, e lo riavvia quando le si rimettono. Per finire sempre su questo lato c’è anche il jack da 3,5mm e il pulsante di mute.

Ci sono due microfoni all’interno che compongono la funzione di ANC, e questi riescono anche a rendere le chiamate più chiare su entrambe le estremità.

Le BackBeat Pro 2 estendono il raggio Bluetooth da 10 a 30 metri, che è proprio quello che si desidera dalle cuffie wireless. Siamo stati in grado di ascoltare musica nel seminterrato streamata da un telefono nella camera da letto due piani sopra senza ritagli o ritardi che ostacolavano l’esperienza di ascolto. La durata della batteria è valutata a 24 ore di autonomia, con fino a 21 giorni di standby, e una sospensione DeepSleep che potrebbe durare fino a sei mesi se lasciate accese accidentalmente.

Settaggio

Settaggio

Non c’è molta configurazione richiesta con queste cuffie. Passano in modalità di accoppiamento automatico appena le accendi, e le abbiamo accoppiate con un iPhone in meno di 60 secondi. L’utilizzo di NFC su un dispositivo Android è stato ancora più veloce.

Un’app gratuita per iOS e Android chiamata PLT Hub è lo strumento mobile di Plantronics per i suoi prodotti, incluso BackBeat Pro 2. L’ambito è limitato perché non consente agli utenti di apportare modifiche significative alle impostazioni. Questa funzione è pensata per l’app Hub su Windows e macOS, dove alcune impostazioni, come la lingua, gli avvisi audio e altro ancora possono essere modificate.

Prestazioni audio

Prestazioni audio

Plantronics dice che ha fatto alcune modifiche all’equalizzatore di queste cuffie, e se questo è davvero il caso, il miglioramento non è nulla di sostanziale. Il pugno un po’ sobrio sull’estremità inferiore dello spettro audio, consente ai medi e agli alti di prosperare. Gli audiofili, tuttavia, potrebbero sentirsi un po’ depressi dal suono generale.

Le BackBeat Pro 2 non sono però fatte per loro, quindi comprendiamo la posizione neutrale assunta qui. L’idea è chiaramente quella di rendere la musica buona, piuttosto che eccezionale. Comfort e affidabilità sono i principali punti chiave che abbiamo ottenuto dall’ascolto di queste cuffie. Ogni genere musicale è trattato allo stesso modo, quindi è difficile distinguere momenti specifici che trionfano sugli altri nella fedeltà generale.

Questa è una grande notizia se ti consideri un ascoltatore eclettico con gusti diversi, come noi. Che si tratti di rock, jazz, house o hip hop, non ti sentirai imbrogliato. Nelle nostre sessioni di ascolto, non siamo mai stati spazzati via, ma siamo venuti via soddisfatti, e tutto quello che ascoltavamo ci arrivava con grazia.

Anche la cancellazione del rumore è solida, e il leggero sibilo che avevamo notato nel modello precedente è stato ridotto a livelli quasi inudibili. Gli alti e medi ottengono una spinta in modalità ANC a scapito dei bassi. Non è un terribile compromesso, ma è qualcosa di cui siamo diventati più consapevoli nel tempo.

Non siamo rimasti sorpresi con la qualità delle chiamate che è formidabile. Il pedigree di Plantronics in quest’area è evidente, e dovresti essere in grado di avere conversazioni con gli amici senza nemmeno che si accorgano che stai parlando attraverso delle cuffie.

IL NOSTRO VERDETTO

Plantronics ridimensiona le BackBeat Pro 2 fino a un peso che le rende molto più facili da portare con sé durante i viaggi più lunghi. Questo fa una notevole differenza anche quando si tratta di comfort, consentendo di indossare le Pro 2 più a lungo del loro predecessore. Il suono è solido, e ci sono alcune caratteristiche impressionanti nel pacchetto da EUR 164,35.

Quali sono le alternative?

Non è sempre facile trovare cuffie a cancellazione del rumore veramente buone a questo prezzo. Quando guardi un prodotto come le BackBeat Pro 2, è difficile confrontarli con la linea Bose QuietComfort a causa della discrepanza di prezzo: le cuffie wireless QC35 II di Bose costano ben EUR 257,00, motivo per cui queste cuffie Plantronics sono così allettanti. Non suoneranno bene come le QC35 II, ma non sono neanche così lontane.

Quanto dureranno?

La durata della batteria delle BackBeat Pro2 è eccellente, e il raggio Bluetooth da 30 metri un vero affare. Certo, sono fatte di plastica, quindi non hanno la costruzione robusta di cuffie più costose, ma ciò non significa che non siano durevoli.

Ci sarebbe piaciuto l’inclusione di una custodia rigida come per l’edizione speciale. La nostra esperienza con i prodotti Plantronics ci dice che non si degradano rapidamente, quindi siamo sicuri che anche queste lo faranno.

Dovresti comprarle?

È difficile discutere con il prezzo. A EUR 164,35, queste cuffie sono altamente competitive e offrono un solido rapporto qualità-prezzo, quindi se stai cercando buone cuffie ANC, a lungo raggio e con un budget più stretto, ti piacerà quello che ottieni qui.

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Facebook e Twitter.
FONTEDigital Trends
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Facebook e Twitter. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi