Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

Sony ancora una volta mostra al resto del mondo televisivo come si fa.

Il nostro verdetto

  • Sony ha preso i materiali grezzi OLED di LG e li ha raffinati nella TV più perfetta che si può acquistare al momento

Pro

  • Design completamente unico e innovativo
  • Suono veramente buono per gli standard di schermi piatti
  • Prestazioni del nero tipiche delle TV OLED
  • Immagine più potente e vibrante delle LG
  • Movimento, colore e nitidezza perfetti

Contro

  • Niente Dolby Vision
  • Solo due HDMI sono in grado di gestire 4K HDR
  • L’esperienza utente potrebbe migliorare
  • LG è più performante nella definizione standard

Quando la LG ha preso la decisione di vendere i suoi pannelli OLED ai suoi rivali, ci siamo chiesti se la compagnia abbia anticipato la possibilità che uno di quei rivali producesse un televisore migliore dei propri modelli?

Forse i dirigenti della compagnia sentivano che il suo vantaggio iniziale e la profonda conoscenza dell’hardware le davano un netto vantaggio.

Ma se così fosse, non lo è più. Combinando l’hardware LG con alcuni dei suoi eccellenti software, Sony ha già dato ai suoi rivali una prima lezione con il KD-55A1 da 55 pollici ed è tornata a ripetersi con la versione da 65in.

Costruzione

Costruzione

Potreste essere a conoscenza del design insolito della Sony A1, ma ripassiamolo.

Essenzialmente, questa è una TV in due parti: una lastra di schermo super sottile e super-piatto con praticamente nessuna cornice e nemmeno il logo Sony per distrarre l’occhio, con un pannello posteriore più grosso, ma più stretto che si piega allontanandosi dallo schermo come le gambe di un cavalletto.

Questa sezione posteriore è anche il luogo in cui sono alloggiati tutti i collegamenti del televisore, la scheda di elaborazione e il subwoofer. Il resto del sistema di altoparlanti è composto da quattro driver premuti contro la parte posteriore dello schermo che vibrano il pannello di vetro stesso per creare il suono.

Questa tecnologia è in circolazione da un po’ di tempo, ma la A1 è la prima TV ad incorporarla. Dal punto di vista della progettazione questo significa che il sistema di altoparlanti è essenzialmente invisibile, il che è uno dei motivi per cui l’A1 è in grado di essere quasi completamente senza cornice.

Su un mobile da televisore sembra piuttosto spettacolare

Su un mobile da televisore sembra piuttosto spettacolare, ma assicurati che i tuoi mobili siano abbastanza larghi da non lasciare che il pannello penda oltre i bordi.

È inoltre necessario controllare che non sia troppo alto, poiché il modo in cui lo schermo si appoggia leggermente all’indietro ti farà vedere con un’angolazione strana.

L’A1 sembra essere ancora meglio quando montato a parete, il che è reso possibile dai punti VESA standard. La sezione posteriore è relativamente spessa e spinge il pannello a pochi centimetri dal muro, ma poiché è anche molto meno largo, ha l’effetto di far apparire lo schermo come se fosse fluttuante.

In breve, l’A1 è un pezzo unico e favoloso di cui la Sony dovrebbe essere immensamente orgogliosa.

Immagine

Immagine

Ma quella grande prima impressione non conterebbe nulla se le prestazioni dell’immagine risultassero meno che stellari. Fortunatamente, l’A1 è ancora meglio di quanto sembri.

Scegli un film 4K HDR come Alien Covenant e la Sony ti cattura la mente con la sua presentazione.

I neri puri e inchiostrati che sono il marchio di fabbrica di OLED sono un’autentica rivelazione, in particolare se si passa a A1 da un set LCD retroilluminato. Ma ciò che rende speciale la A1, e un passo avanti sugli OLED di LG, è la luminosità e la potenza che può radunare.

Non stiamo parlando del tipo di luminosità che si ottiene da una buona TV LCD, ma è più che sufficiente per produrre un contrasto piuttosto attraente se combinato con quei neri spettacolarmente profondi.

Alien Covenant fornisce la dimostrazione perfetta di tutto questo già dal inizio, quando la Covenant USCSS estende le sue vele solari, creando una gloriosa superficie dorata, luminosa e riflettente contro l’infinita oscurità dello spazio profondo.

Una TV con retroilluminazione standard

Una TV con retroilluminazione standard inevitabilmente sacrificherà un po’ di profondità del nero per far brillare le vele nel modo più intenso possibile, mentre la maggior parte degli OLED ha un debole per la luminosità di picco. Ma la Sony A1 è un capolavoro con un’immagine assolutamente credibile e assolutamente straordinaria.

Nonostante siamo tentati di mettere in pausa il film e fissare per un po’ l’immagine abbagliante, continuiamo a guardare. Mentre il film lascia un po’ a desiderare, l’esperienza visiva attraverso l’A1 non lo fa di certo.

I colori poi sono di una profondità e di una bellezza davvero sontuosa e fanno miracoli nel aumentare l’aspetto utopico (prevedibilmente falso) di Planet 4. Ma la Sony non vira mai verso l’irrealismo, invece calpesta con fiducia la linea sottile tra vivacità e naturalismo.

È anche un'immagine favolosamente solida

È anche un’immagine favolosamente solida, grazie ai bordi estremamente nitidi e alla profondità del nero che aumenta la tridimensionalità: l’A1 scava e mostra persino l’ultima goccia di dettaglio del film su disco.

Mentre Samsung e LG ti costringono a scegliere tra una leggera sfocatura (senza elaborazione del movimento) e un effetto da soap (con elaborazione del movimento accesa), la A1 aumenta la reputazione di Sony come azienda che azzecca il movimento giusto.

Lascia MotionFlow impostato su Standard e il televisore mantiene i bordi nitidi e privi di sfocatura persino durante le scene del azione più frenetica.

In pratica non c’è davvero nulla di cattivo da dire quando visualizzi un Blu-ray 4K, e la storia si ripete con i Full HD.

Ancora una volta, l’immagine sembra semplicemente “giusta” – esattamente come il regista immaginava – con colori equilibrati, un perfetto equilibrio di neri profondi e bianchi puri, e un’insaziabile sete di dettagli.

L'upscaling  della definizione standard

L’upscaling  della definizione standard alla risoluzione 4K è un grande problema, in particolare a 65 pollici, ma l’A1 fa un lavoro ammirevole anche qui. Produce un’immagine pulita e controllata che non è di certo un insulto per gli occhi. Eppure gli OLED 2017 di LG sono ancora più capaci in questo campo, una cosa da valutare se per te è importante.

Qualcosa che invece considerano i giocatori tra noi è il ritardo di input, che determina la velocità con cui i pulsanti premuti sul gamepad vengono riflessi sullo schermo. Come con la versione da 55in, la modalità di gioco del KD-65A1 ha un ritardo di input basso (di circa 31ms quando alimentato da un segnale 4K da un PS4 Pro o Xbox One S).

Tuttavia, se si dispone della versione standard a 1080p di entrambe le console, si otterrà un ritardo maggiore di circa 47ms. Potrebbe sembrare molto, ma è qualcosa che dovrebbe preoccupare solo i giocatori competitivi e quelli che sono molto sensibili a questo tipo di lag.

Per la stragrande maggioranza sarà completamente impercettibile, e i giochi sembrano splendidi sulla A1.

Caratteristiche

Caratteristiche

Non è difficile ottenere il massimo dal A1. Basta spegnere il sensore di luce, togliere alcuni punti dall’impostazione del colore e abbassare il colore dinamico da Medio a Basso e si ottiene un’immagine di cui siamo molto soddisfatti.

È necessario apportare le stesse regolazioni quando si alimenta il televisore con un segnale HDR per la prima volta, ma ci vogliono solo pochi istanti – e una volta fatto è possibile lasciare le impostazioni dell’immagine così come sono.

Parlando di menu, la Sony ha un approccio piuttosto strano. Si tratta di una TV Android che esegue 7.0 Nougat, ma dove a volte (ad esempio quando si effettuano le regolazioni delle immagini) viene presentato un set di menu in bianco e nero completamente diverso, sviluppato da Sony.

C’è poi YouView, che porta con sé un’altra interfaccia utente esteticamente divergente.

Come puoi immaginare

Come puoi immaginare, ciò rende l’esperienza utente piuttosto sconnessa è ben lontana dalla fluidità offerta da Samsung e LG.

Anche così, Android TV è piuttosto ponderoso e significa che la TV ha effettivamente integrato un Chromecast, permettendoti di inviare velocemente e comodamente contenuti dal tuo telefono sullo schermo.

Questo è un modo particolarmente piacevole per interagire con la televisione, quando si considera quanto rudimentale sia il telecomando della A1. Ci sono pulsanti di scelta rapida per Netflix e Google Play, ma il telecomando è altrimenti disordinato e davvero piuttosto noioso.

Una limitazione che vale la pena

Una limitazione che vale la pena ricordare è che solo due dei quattro ingressi HDMI (2 e 3) supportano i segnali HDR 4K.

La maggior parte delle persone non avrà più di un paio di tali fonti a questo punto, eppure, è una decisione strana, e la Sony è essenzialmente la sola a farla quest’anno. In fin dei conti non ci scoraggerebbe dall’acquisto di questo televisore.

Suono

Suono

A differenza della maggior parte dei televisori, che racchiudono diffusori minuscoli ovunque si adattino, anche se ciò significa sparare in direzioni dispari, l’intero schermo della Sony emette un suono diretto, dando come risultato una consegna diretta più coinvolgente.

Il subwoofer orientato all’indietro aggiunge il tipo di peso e profondità ai procedimenti che la maggior parte dei rivali avrebbe bisogno di un sub separato per arrivarci.

In breve, è una prestazione sonora più soda, più corposa e a tutto tondo di quella disponibile praticamente da qualsiasi altra TV in questo momento.

Ma questo non vuol dire che è perfetto. Questo è un buon suono per gli standard a schermo piatto, ma è ancora abbastanza facilmente superato da una decente soundbar.
E se spendi così tanto per un nuovo televisore, probabilmente devi a te stesso accoppiarlo per lo meno a una soundbar e idealmente a un completo sistema surround.

Verdetto

Abbiamo amato la Sony A1 nella sua versione da 55 pollici e la versione da 65 pollici è più o meno la stessa. Questo è esattamente il tipo di immagine che migliora man mano che diventa più grande.

Naturalmente, il prezzo aumenta con le dimensioni dello schermo.

Ma se ci stai pensando, ti consigliamo di fare il grande passo. Questo è probabilmente la migliore TV attualmente in commercio, e non è un acquisto che possiamo immaginare qualcuno rimpianga.

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Twitter e Facebook.
FONTEWhat Hi-Fi?
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi