Hai un PC veloce e personalizzato, un bellissimo monitor di sincronizzazione adattativa e una tastiera e un mouse macroprogrammati. Ma quando avvii il tuo gioco preferito, il suono sottile e metallico degli altoparlanti del monitor è solo… meh. Ovviamente potresti usare delle cuffie, ma a volte vuoi veramente sentire il basso delle tue armi e avere grandi e pesanti diffusori audio che pompano fuori il suono invece che i piccoli delle cuffie. Se ti ritrovi nel esempio, allora è il momento di aggiungere degli altoparlanti alla tua macchina di gioco preferita. Altoparlanti che possono riempire la stanza con il boom del tuo fucile e le grida dei tuoi nemici sconfitti.

Prima di arrivare ai consigli, dovremmo discutere sul motivo per cui gli altoparlanti da scrivania sono migliori di quelli del monitor o delle cuffie. Per cominciare, gli altoparlanti integrati nei monitor, laptop e auricolari sono piccoli. Devono esserlo per adattarsi al telaio ed essere discreti. Quei piccoli driver da altoparlanti, chiamati tweeter, sono in grado di riprodurre con precisione frequenze audio più elevate, ed è per questo che il suono che producono suona come se mancasse qualcosa. Man mano che i driver diventano più grandi acquisiscono la capacità di suonare meglio le frequenze più basse mentre perdono la capacità di suonare meglio le frequenze più alte. Mettere un driver più grosso – un woofer – insieme a un tweeter in un altoparlante è chiamato design a due vie, ed è la configurazione più comune negli altoparlanti desktop in questi giorni. Questo è quello che stiamo guardando qui.

Il design dei diffusori a due vie fa un buon lavoro nel coprire il range di frequenza dell’udito umano, generalmente riconosciuto come 20Hz-20kHz, ma non scende a un livello molto basso. Con la musica non devi preoccuparti troppo di colpire la soglia inferiore 20Hz, ma se stai guardando film o giochi con un sacco di bassi potresti prendere in considerazione diffusori che includono un subwoofer, anche se richiederanno spazio sotto la tua scrivania.

Dovrai anche alimentare i tuoi altoparlanti, nel senso che hanno un amplificatore integrato (solitamente uno degli altoparlante della coppia) e dovranno essere collegati. Il segnale audio proveniente dal tuo computer deve essere amplificato prima di essere inviato attraverso i driver degli altoparlanti alle orecchie. È possibile acquistare un amplificatore esterno e collegare un paio di altoparlanti passivi (questi sono altoparlanti che non hanno un amplificatore integrato), ma questo finisce per occupare più spazio. Alcuni altoparlanti desktop dispongono di un interruttore che consente di cambiare l’uscita del canale dell’altoparlante alimentato a sinistra o a destra. Essere in grado di assegnare questo può aiutare a ripulire il flusso di cavi sulla scrivania e consente di posizionare l’altoparlante alimentato più vicino alla presa.

Ci sono alcune altre opzioni da tenere d’occhio per rendere la vita un po’ più facile. Avere un jack per cuffie nella parte anteriore dell’altoparlante può essere molto comodo quando si desidera collegare rapidamente le cuffie e non occuparsi della riassegnazione dell’output nel sistema operativo. Un aux-in montato frontalmente è un modo semplice per collegare una fonte musicale come il tuo telefono. La funzionalità Bluetooth è un altro modo in cui alcuni altoparlanti ti consentono di collegare fonti aggiuntive.

Meno male! Con la lezione finita, ecco le nostre scelte per i migliori altoparlanti per un desktop PC ad ogni prezzo:

1. La migliore scelta sui € 100 – Mackie CR3 Monitor Multimediali

€ 100 è il punto ideale per entrare nell’arena degli altoparlanti desktop. I Mackie CR3 hanno un suono piuttosto buono, specialmente nelle frequenze medie e anche quelle alte sono belle e aperte. Ma mentre il suono si insinua verso la bassa frequenza limite, di 80 Hz, può diventare un po’ gonfio. Ci sono due ingressi sul retro  e un ingresso ausiliario sul fronte. Un interruttore sul retro consente di posizionare l’altoparlante amplificato a destra o a sinistra. Non c’è però la possibilità di aggiungere un subwoofer per l’estensione dei bassi.

Oltre all’ingresso ausiliario nella parte anteriore dell’altoparlante, è presente un jack per le cuffie e la manopola del volume funge anche da interruttore di accensione/spegnimento. Per spegnere gli altoparlanti, basta ruotare la manopola in senso antiorario finché non scatta. L’altoparlante ha accenti verdi attorno ai driver e alla manopola del volume. Se non sei un fan del verde neon c’è anche un’opzione bianco/argento.

2. La scelta dell’Audiofilo – Audioengine A2+

Mantenere il desktop libero da ostacoli è una sfida costante, almeno per me, e avere diffusori di grandi dimensioni che occupano molto spazio non è sempre favorevole a uno spazio di lavoro pulito. Su questa nota, l’Audioengine A2+ è bello e compatto pur offrendo un suono fantastico e brillante. La qualità di costruzione è solida e hanno più ingressi, tra cui una coppia RCA, un jack da otto pollici e una connessione Usb con DAC integrato. Il suono è eccellente, soprattutto per le dimensioni dei driver, ma se desideri un po’ più basso c’è un’uscita per collegarli a un sub separato.

3. I migliori altoparlanti Bluetooth – PreSonus Ceres 4.5BT

PreSonus è stato un nome nel mondo degli studio professionali per un paio di decenni, principalmente con interfacce audio e software, ma ha anche una grande selezione di monitor per altoparlanti. Il Ceres 4.5BT ha un ingresso di un quarto di pollice bilanciato e un ingresso RCA sbilanciato insieme alla possibilità di collegare un dispositivo tramite Bluetooth. Sulla parte frontale dell’altoparlante è presente un pulsante per accoppiare suddetto dispositivo con l’altoparlante, oltre a un jack per le cuffie, un aux-in, una manopola del volume e un interruttore di accensione per una facile accessibilità. Le radici della marca si notano attraverso le due manopole di accordatura acustica sul retro degli altoparlanti che possono mettere a punto le alte e basse frequenze di ± 6 decibel. E se hai bisogno di bassi extra, c’è anche un uscita per sub.

4. I migliori altoparlanti economici: Logitech Z313

Se stai cercando una soluzione economica che suoni alla grande, la Logitech Z313 è la strada da percorrere. L’installazione e il controllo sono estremamente facili. Basta collegare il cavo da 8 pollici nell’uscita audio del computer e utilizzare il telecomando cablato per accenderlo e controllare il volume. C’è anche un jack per le cuffie sul telecomando. Non ci sono caratteristiche aggiuntive sugli Z313, ma include un subwoofer, e quel sub fornisce una notevole quantità di bassi. Le frequenze medie sono un po’ carenti e se il volume è a palla gli alti possono sembrare un po’ aspri. Ma a circa € 30, hanno un valore incredibile.

5. Per l’occasionale editore audio – JBL LSR305 Monitor da Studio

Quando si lavora su un mix audio è importante disporre di altoparlanti che rappresentino accuratamente il materiale sorgente. I monitor da studio fatti per questo scopo possono raggiungere le migliaia di dollari, ma se stai iniziando o non vuoi spendere un esagerazione, il JBL LSR305 dovrebbe essere in cima alla tua lista. Ogni altoparlante dispone di un proprio paio di amplificatori integrati sia per il tweeter che per il woofer. Dal momento che hanno woofer da cinque pollici, sono grossi rispetto a qualsiasi altra cosa elencata qui (11,75 pollici di altezza, 7,28 pollici di larghezza e 9,88 pollici di profondità).

Hanno ingressi bilanciati sia da un quarto di pollice che XLR. Il trim su entrambe le alte e basse frequenze può essere regolato in modo indipendente di ± 2 decibel, e c’è un interruttore di sensibilità in ingresso a seconda dell’uscita della vostra fonte, infine ogni altoparlante ha la propria regolazione della manopola del volume. Non troverai un jack per le cuffie, una connessione aux-in o Bluetooth, ma se stai cercando un suono incredibile per meno di € 300, questi fanno al caso tuo. Fai attenzione quando gli acquisti, poiché a volte vengono venduti come diffusori singoli. Se il prezzo sembra troppo bello per essere vero, potrebbe essere perché è per un solo altoparlante.

Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell’e-commerce.

Effemeride.it supporta i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa.

Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche.

Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook.

Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti alla nostra Newsletter oppure al Blog tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Articolo aggiornato il 7 giugno 2018: Abbiamo controllato la nostra lista, e questi sono ancora i migliori altoparlanti per un desktop PC.

FONTEIGN
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti alla nostra Newsletter oppure al Blog tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.