Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

Il Buono: gli AirPods di seconda generazione aggiungono un paio di piccoli ma importanti miglioramenti all’originale, tra cui il riconoscimento vocale sempre attivo e l’opzione di ricarica wireless. Sono auricolari di prim’ordine per fare chiamate. Il nuovo chip H1 di Apple consente connessioni più veloci con tutti i dispositivi Apple, una solida connettività wireless e un’ora in più di conversazione.

Il Cattivo: nessun cambiamento di design per aiutarli a adattarsi a più orecchie in modo sicuro; il loro suono non è migliorato, e il loro design aperto consente un sacco di rumore ambientale.

Il Verdetto: i nuovi AirPods sono un aggiornamento incrementale ma la qualità del suono, il design e la vestibilità sono fondamentalmente gli stessi.

Apple lo fa molto ultimamente: prende un prodotto già eccellente e di grande successo come gli AirPods (EUR 163,00) – e aggiorna i suoi interni, migliorando il dispositivo senza cambiarlo.

Tali aggiornamenti incrementali tendono ad essere un po’ noiosi. I nuovi AirPods non sono eccitanti. Tuttavia, grazie a quei nuovi componenti all’interno, tra cui il nuovo chip H1 che supporta Bluetooth 5.0, la migliore sincronizzazione audio e Siri sempre attiva, sono sicuramente migliori.

Nuovo chip, nuove funzionalità

Nuovo chip, nuove funzionalità

I nuovi AirPods sembrano identici agli originali. Come abbiamo già detto, il grande cambiamento è all’interno con l’aggiunta del nuovo chip H1, che la società dice “dispone di una architettura audio personalizzata, che crea un’esperienza audio rivoluzionaria e una migliore sincronizzazione”.

Il nuovo chip H1 aiuta a facilitare la più grande nuova funzionalità degli AirPods, l’aggiunta di riconoscimento vocale sempre attivo. Ciò significa che invece di toccare due volte l’AirPod per attivare Siri, basta dire “Ehi Siri” per attivare l’assistente vocale di Apple.

Ha funzionato abbastanza bene nei miei test, e potrebbe farti usare Siri più spesso di quanto fai ora. E sebbene non ci siano controlli del volume sugli AirPods, ora puoi semplicemente dire a Siri di abbassare o aumentare il volume. Puoi anche dirle di saltare la traccia in avanti o indietro, ma funziona solo con Apple Music, e non con Spotify.

Apple promette anche che l’H1 consente tempi di connessione due volte più veloci tra tutti i dispositivi Apple.

Stessa batteria, migliore autonomia in conversazione

Stessa batteria, migliore autonomia in conversazione

La batteria all’interno dei nuovi AirPods ha la stessa capacità di quella che si trova negli originali. E mentre la durata della batteria per l’ascolto musicale rimane invariata a 5 ore, Apple dice che avrai il 50% in più di tempo di conversazione – 1 ora in più – rispetto agli AirPods di prima generazione. Una ricarica di 15 minuti nella custodia offre 3 ore di ascolto e 2 ore di conversazione, il che aiuta a mitigare qualsiasi problema di autonomia.

Attenzione che la durata della batteria diminuirà nel tempo se si utilizzano regolarmente gli AirPods e non è possibile sostituire le batterie. Questo è vero per tutti i veri auricolari wireless.

Qualità del suono

Qualità del suono

Apple non ha fatto alcuna affermazione sulla qualità del suono. E’ sostanzialmente la stessa, per quanto ne so. Ci sono stati momenti in cui ho pensato che il suono sembra un tocco migliore – e un po’ più forte -. Ma è difficile dirlo con certezza, perché gli AirPods hanno un design aperto e una vestibilità più rilassata rispetto agli auricolari che isolano il rumore. Quando le metti nelle orecchie, non stanno nella stessa posizione ogni volta – e ognuno li indossa in modo leggermente diverso. Piccole variazioni di angolo possono cambiare il suono, quindi è difficile fare confronti precisi.

Tuttavia, la qualità delle chiamate è decisamente migliorata. I nuovi AirPods fanno un lavoro migliore nel filtrare i rumori di fondo, incluso il vento, in modo che le persone possano sentirti meglio. Ho confrontato i nuovi AirPods con i Jabra Elite 65t mentre camminavo per le strade della capitale e nonostante la mia voce si sentiva un po’ più chiaramente sui Jabra, i nuovi AirPods hanno fatto un lavoro migliore nel filtrare i rumori di fondo.

Il ritardo Bluetooth è un serio fastidio quando si guarda video o si gioca. Ma la buona notizia è che era quasi inesistente con i nuovi AirPods.

Per ascoltare musica, gli AirPods sono ancora inferiori ad altri concorrenti come i Jabra Elite 65t/Elite Active 65t, UA True Wireless Flash di JBL, Bose SoundSport Free e anche i più economici Anker SoundCore Liberty Air, che hanno un suono più ricco con più bassi e suonano persino meglio in ambienti più rumorosi. Ma quando si tratta di fare chiamate sono decisamente meglio di tutti.

Come gli originali, i nuovi AirPods funzionano anche con i telefoni Android e altri dispositivi audio Bluetooth. Ma alcune caratteristiche speciali come l’accoppiamento veloce e Siri sempre attiva funzionano solo con i dispositivi Apple.

Sono meglio, ma vogliamo di più

I nuovi AirPods sono un aggiornamento incrementale. I cambiamenti migliorano un paio di auricolari già eccellente, e se intendevi acquistare gli AirPods, qui troviamo abbastanza miglioramenti, in particolare Siri sempre accesa e un migliore filtraggio del rumore durante le chiamate, per farci consigliarli. Ma quelli che cercano una vestibilità diversa, un suono migliorato, opzioni di colore aggiuntive e altri aggiornamenti importanti dovranno aspettare la prossima versione di AirPods — o forse i PowerBeats Pro, un’alternativa di Beats che è sempre di proprietà di Apple.

Leggi anche: MIGLIORI CUFFIE

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Facebook e Twitter.
RASSEGNA PANORAMICA
DESIGN
9
CARATTERISTICHE
9
SUONO
7
VALORE
8
FONTECNET
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Facebook e Twitter. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi