Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

Non acquistare più (o meno) potenza dei pixel necessari. Ecco come acquistare una scheda grafica per il gameplay a 1080p.

Scegliere una scheda di gioco per 1.920 per 1.080

Se frequenti i siti di giochi e hardware, vedrai un sacco di rumore intorno al “4K gaming” sui nuovi monitor di fascia alta, così come l’aumento del numero di display convenienti a 1440p (2.560-per-1.440-pixel). Se passi abbastanza tempo a leggere potresti presumere che i giochi ad alta risoluzione e le costose schede video dominino il mondo dei giochi per PC.

Non è così!

Sì, sono importanti, e sì, sono il futuro – quando diventeranno più economiche, molto più economiche. Per il prossimo futuro, tuttavia, giocare a 1.920 per 1.080 (e cioè a 1080p o “full HD”) rimarrà il punto ideale per i giocatori PC.

Oggi i monitor 1080p sono convenienti: ne puoi trovare molti per meno di €100 e persino una scheda video di fascia media può eseguire gli ultimi giochi su uno di questi display con una frequenza di fotogrammi liscia come la seta. Infatti, secondo gli ultimi risultati di Steam Hardware Survey, 1080p rimane la risoluzione di visualizzazione nativa più comune per i giocatori di PC, superando tutte le altre risoluzioni combinate.

La verità è che, sebbene molti giocatori vorrebbero giocare alla massima risoluzione possibile, l’acquisto di un display ad alta risoluzione, 4K (3.840-per-2.160-pixel) o 1440p, e di una scheda video che può giocare a quella risoluzione più alta avrà un costo molto alto. (Uno dipende dall’altro, infatti). La maggior parte di noi vuole solo che i nostri giochi abbiano un bell’aspetto e funzionino senza intoppi, e questo è facile da ottenere alla risoluzione mainstream di 1.920 per 1.080.

Questa risoluzione è stata di fatto lo standard per i giochi da un po’ di tempo e rimarrà tale fino a quando i monitor a 1440p economici diventeranno molto più comuni o le schede grafiche con funzionalità 4K diventeranno abbastanza economiche. (Al momento in cui scrivo, i giochi a risoluzione 4K con i principali titoli per PC erano impossibili da ottenere con una scheda che costa molto meno di €500, a meno che non ti fossi disposto ad abbassare le impostazioni dei dettagli.) Quindi acquistare una scheda video in grado di eseguire giochi lisci a 1080p è un investimento solido, che dovrebbe farti felice per alcuni anni, se non di più.

Un solo problema: dal momento che 1080p è una risoluzione così popolare, una serie di schede video è in competizione per il primo posto nella categoria. Ma è qui che entriamo noi. Ti guideremo attraverso le funzionalità di cui hai bisogno per prestare attenzione quando acquisti una scheda video ideale a 1080p e descriviamo le migliori schede che abbiamo testato per i giochi a questa risoluzione, a seconda del tuo budget.

Le buone notizie? L’introduzione da parte di Nvidia delle sue schede video di generazione “Pascal” 2016, insieme alla linea “Polaris” di AMD, ha significato una potenza 1080p migliore che mai per meno di €250. Anche con i picchi estremi che abbiamo visto nei prezzi delle schede video dal 2017 a oggi, a causa della domanda dei minatori di criptovalute, puoi ottenere un solido gioco a 1080p senza spendere troppo. (La fascia più alta delle schede ideali per 1080p si trova proprio al confine, dove i prezzi delle schede video sono andate a monte.)

Nozioni di base sugli acquisti: cosa cercare in una scheda 1080p

Nozioni di base sugli acquisti cosa cercare in una scheda 1080p

La maggior parte delle schede che sono “abbastanza buone” per i giochi 1080p costano tra €150 e €300 al momento che scrivo. Anche le schede più costose riescono nel compito. Ma più spendi oltre €300 e più non noterai miglioramenti nella maggior parte dei giochi. Ecco i fattori chiave in gioco.

Black Friday 2018 è il 23 Novembre

Nell'attesa dai un'occhiata alle offerte QUI.

Attenzione: Anche quest'anno Amazon.it festeggia il Black Friday con sconti fino al 96%!

Controlla le offerte e salva i prodotti nel tuo carrello così sarai pronto di acquistare per primo. Ti ricordiamo che molte offerte hanno una durata che può variare da poche ore ad alcuni giorni oppure sono valide solo fino a esaurimento scorte.

 

Quantità di memoria. La quantità di memoria grafica (o RAM video) che la scheda video ha a bordo influisce direttamente sulla risoluzione a cui è possibile giocare senza intoppi, oltre alle possibili impostazioni di dettagli. La potenza complessiva dell’unità di elaborazione grafica (comunemente chiamata “GPU”) sulla scheda determina quanto bene è possibile eseguire un gioco specifico anche in determinate impostazioni. Ma pensa alla memoria video come a una superstrada che apre le corsie per far funzionare la magia della GPU senza diventare congestionata.

Senza sufficiente memoria video, la GPU sarà vincolata, incapace di raggiungere il massimo potenziale. Il motivo: la scheda video effettivamente calcola tutti i pixel che vanno sullo schermo mentre sono in memoria. Quindi, più dati sono necessari, sia per una certa risoluzione o per visualizzare più dettagli in un gioco, maggiore è la memoria necessaria per gestirli in modo efficace. Ecco perché le schede video di fascia alta tendono ad avere più memoria su scheda; un maggior numero è necessario per gestire tutti i pixel che rendono i giochi a risoluzioni più elevate e con impostazioni di dettaglio più elevate.

In generale, per i giochi 1080p, 2GB di memoria video sono un minimo adeguato, ma 4GB è molto meglio. Nelle schede a meno di €300 al giorno d’oggi, vedrai una memoria grafica che va da 1GB a 8GB. Alcune delle schede chiave per i giochi 1080p sono disponibili nelle varianti da 3GB/6GB e 4GB/8GB.

Andare con una scheda che ha 6GB o 8GB di RAM va bene, ma non aspettatevi miracoli, in quanto le prestazioni generalmente non migliorano con questa risoluzione rispetto a 3GB o 4GB, a parità di altre condizioni. L’utilizzo della memoria aggiuntiva si applica solo in determinati giochi e in determinate circostanze. Quindi non spendere soldi per aumentare la RAM. Per la riproduzione a 1080p, è sufficiente optare per una scheda da 3GB o 4GB, a meno che non si intenda aggiornare il monitor a uno schermo da 1440p o 4K nel prossimo futuro. Ma se è così, ti consigliamo una scheda dotata anche di una GPU più potente.

Porte

Porte. Tutte le uscite standard delle schede grafiche di oggi (VGA, DVI, HDMI e DisplayPort) supportano la risoluzione a 1080p. Nella maggior parte dei casi, devi solo scegliere una scheda che abbia una porta che corrisponda a quella del tuo monitor. È solo quando si arriva a risoluzioni superiori a 1080p che è possibile iniziare a superare le capacità di alcune interfacce, come VGA e versioni precedenti di HDMI.

Se giochi a 1080p, non dovresti avere molti motivi di preoccupazione o confusione, soprattutto perché la maggior parte delle schede e dei monitor in questi giorni hanno più porte. Le probabilità sono che sarai in grado di collegarti a una di loro; nel peggiore dei casi, se si esegue l’aggiornamento da un vecchio sistema o scheda, potrebbe essere necessario un nuovo cavo o un adattatore. Quindi tieni a mente queste cose mentre fai la spesa.

Inoltre, se ti aggiorni per la prima volta da DVI o VGA ricorda che l’interfaccia HDMI può trasportare anche un segnale audio; se il tuo monitor ha altoparlanti integrati (o è un HDTV), ciò può eliminare alcuni problemi di cablaggio.

Quanto dovresti spendere? Non c’è una chiara risposta ma è sicuro che puoi aspettarti di sborsare da €100 a €300 su una scheda video perfetta per 1080p, a seconda che tu voglia eseguire i giochi alle impostazioni più alte o più vicine a quelle medie. Se sei interessato a abilitare l’anti-aliasing (AA), che uniforma le linee frastagliate dai bordi degli oggetti di gioco, dovrai spendere verso il limite superiore dell’intervallo, specialmente se vuoi aumentare l’AA alle impostazioni più alte possibili. (AA tende ad essere esigente).

Se ti accontenti delle impostazioni dei dettagli e dei frame rate medi, mantieniti sotto un rigoroso limite. Ma se vuoi il massimo dettaglio e AA a 1080p, probabilmente dovrai avventurarti nella zona da €200 a €300.

AMD o Nvidia? L’inflazione dei prezzi delle schede ha colpito duramente i due grandi produttori di GPU, ma probabilmente AMD ha avuto la peggio. Sia AMD che Nvidia offrono oggi forti offerte comprese tra €100 e €300, ma diamo a Nvidia un vantaggio nel colpire più punti di prezzo all’interno della gamma con offerte solide. Le schede di fascia media di AMD, Radeon RX 570 e RX 580, sono state le più colpite dall’inflazione dei prezzi legata alle criptovalute, dal momento che queste schede tendono a dare ai minatori il miglior risultato possibile con determinati carichi di lavoro legati alla estrazione di criptovalute. Ma fintanto che scegli una delle schede di ultima generazione di ambedue le società, è difficile sceglierne una cattiva per 1080p in questo periodo di tempo.

Sul fronte del software di supporto, diamo anche qui un piccolo vantaggio a Nvidia, ma al giorno d’oggi è una cosa da poco. Il software Nvidia GeForce Experience è fluido, ti consente di registrare facilmente video in-game con la sua funzione Shadowplay e aggiorna i driver per te. Il software Nvidia ti aiuta anche a trovare giochi co-op in modo rapido e semplice. Il software di AMD vanta funzionalità simili e il software driver dell’azienda è un netto miglioramento rispetto all’app Catalyst di tempi precedenti. Non c’è più tanto divario tra Team Green (Nvidia) e Team Red (AMD) su questo punteggio come negli anni precedenti.

Vale anche la pena considerare: le tecnologie di livellamento delle immagini concorrenti, FreeSync (AMD) e G-Sync (Nvidia). Se si dispone di un nuovo monitor che supporta l’uno o l’altro, questo sarebbe un motivo fondamentale per scegliere una società rispetto all’altra.

Overclockata o no

Overclockata o no? Nel mondo delle schede video, il produttore di un chip grafico (AMD o Nvidia) progetta una GPU e (di solito) un meccanismo di raffreddamento adeguato per la scheda. Questo è noto come “progetto di riferimento”, il modello di base della scheda con niente di troppo fantasioso, che funziona a velocità di sicurezza. Una volta che il produttore di chip ha progettato questo pacchetto di base, trasferisce il progetto ai suoi partner (ad esempio, MSI, EVGA, Asus, Gigabyte o Sapphire) da utilizzare come design “di riferimento” o “stock” per le proprie schede di vendita.

Spesso, queste aziende offrono schede basate su questo progetto di base, ma creano anche versioni più costose e dalle prestazioni più elevate che vengono overcloccate. Il design di riferimento di solito avrà il marchio AMD o Nvidia da qualche parte sulla scheda, e sembra riservato rispetto ai modelli più aggressivi con fan più grandi, sartie esotiche e il marchio del produttore in modo più prominente di Nvidia o AMD. Con queste ultime schede, l’hardware di raffreddamento più grande e complesso sulla scheda potrebbe consentire loro di funzionare anche a temperature più basse, garantendo un margine maggiore per l’overclocking, il che può comportare un piccolo incremento delle prestazioni. (Alcune di queste schede sono overclockate appena fuori dalla scatola.)

Per quanto impressionanti possano essere queste schede, possono anche essere più rumorose delle versioni di serie e con un prezzo più alto. A meno che non ti piaccia davvero l’estetica particolare di un dato modello (da sfoggiare, per esempio, in un case di un PC con finestre), o sai da una recensione che una è particolarmente impressionante, ti consigliamo di fare qualche ricerca prima di acquistare. La maggior parte delle volte, i tuoi soldi vengono spesi meglio per passare a una scheda con una GPU di fascia più alta, anche se si tratta di un modello di stock, piuttosto che una scheda overclockata dall’aspetto simile, basata su una scheda di fascia bassa (o di precedente generazione).

Che dire della realtà virtuale? Hai certamente sentito parlare del fiorente mercato della realtà virtuale. Oculus Rift e HTC Vive hanno due monitor da 2.160×1.200 che funzionano a 90Hz. Al momento del loro lancio tutto ciò significava che era necessario un po’ più di potenza per eseguire la VR rispetto a quello che si otterrebbe in una scheda video di base in grado di eseguire giochi recenti a 1080p a 30 (o anche 60) fotogrammi al secondo. La realtà virtuale richiedeva una scheda video di fascia alta.

Ciò è cambiato con il lancio delle carte Polaris e Pascal, e mentre le schede con capacità VR minima qui nel 2018 non sono cambiate negli ultimi due anni, i loro prezzi sono aumentati di un mucchio. Di nuovo, incolpate i minatori delle criptovalute: le versioni da 8GB dell’AMD Radeon RX 580 $225.32 e le versioni da 6GB della Nvidia GeForce GTX 1060 $259.99, che sono le schede minime che vorrete oggi per il gioco VR, sono state colpite forte dal inflazione dei prezzi; partendo dal prezzo lancio di €250 queste schede costano oggi €100 in più.

Monitor a elevata frequenza di aggiornamento. Nota che tutti i nostri consigli per le schede a 1080p si basano sul presupposto che utilizzerai un monitor standard con una frequenza di aggiornamento di 60Hz. Se intendi utilizzare (o presto aggiornare) a un pannello con una frequenza di aggiornamento più alta, come 120Hz o 144Hz, probabilmente avrai bisogno di una scheda di fascia più alta per ottenere il massimo beneficio da questi display.

Quindi… quale scheda è migliore per 1080p?

 

Naturalmente, ciò che è “il migliore” per un determinato acquirente dipende da diversi fattori (e dal budget). Ma possiamo dire che se stai cercando una scheda di attuale generazione per i giochi 1080p che bilancia sia le prestazioni che il prezzo, le schede basate sui chip Nvidia GeForce GTX 1050 $129.99, GeForce GTX 1050 Ti $189.99 e su Nvidia GeForce GTX 1060 $209.97, così come le schede Radeon RX serie 500 di fascia bassa, sono tutte buone scelte.

Le schede Nvidia fanno parte della famiglia “Pascal” dell’azienda, che ha compiuto grandi passi generazionali per quanto concerne le prestazioni rispetto alla generazione precedente, conosciuta come “Maxwell”. Anche le schede RX di AMD Radeon, parte della generazione “Polaris”, hanno visto anche alcuni importanti miglioramenti rispetto a quelle di ultima generazione. (Le schede di ultima generazione di AMD, conosciute come la linea “Vega”, sono arrivate sul mercato a metà del 2017 ma sono state colpite da carenze di fornitura e l’inflazione dei prezzi a causa delle criptovalute).

La GeForce GTX 1060 è stata in grado di colpire il glorioso obiettivo di 60 fotogrammi al secondo (fps) nella maggior parte dei nostri giochi, anche con AA abilitato, rendendola una grande scheda per i giochi 1080p che dovrebbe durarti un bel po’. L’AMD Radeon RX 580 è praticamente in linea con essa. In realtà, è un lancio di monetina tra questi due se si desidera una grande scheda 1080p a prova di futuro e la possibilità di eseguire la VR. Il problema è semplicemente il prezzo; come accennato in precedenza, queste schede vendono spesso per più di €100 sul loro prezzo originale.

Se stai cercando di risparmiare un po’ e comunque ottenere ottimi risultati a 1080p nella maggior parte dei giochi (con impostazioni al massimo per i vecchi giochi e leggermente ridotte per i nuovi giochi più esigenti), guarda le schede basate sulle GPU GeForce GTX 1050 Ti e Radeon RX 570 . Diamo alla GTX 1050 Ti il vantaggio, semplicemente perché puoi trovarla per $189.99; le Radeon RX 570 sono per lo più gonfiate su $179.99.

Se vuoi ancora restare fedele a 1080p e sei disposto ad abbassare ancora un po’ le impostazioni per risparmiare qualche euro, le schede basate sulla Nvidia GeForce GTX 1050 e Radeon RX 560, e in misura minore la Radeon RX 550, sono la strada da percorrere. Inoltre, una cosa fondamentale: puoi trovare facilmente versioni compatte di queste schede per i casi di PC di piccole dimensioni. Il prezzo è paragonabile tra le famiglie GTX 1050 e RX 560: le schede si vendono per circa €150.

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Twitter e Facebook.
FONTEPCMag
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi