Il miglior portatile di gioco è l’Asus ROG Strix GL502VS. Con una CPU Intel Core i7-7700HQ, una scheda grafica GTX 1070, DDR4 da 16GB e uno schermo G-Sync da 120Hz, ha tutte le funzionalità che cerchiamo in un portatile da gioco. Ancora meglio, offre quell’ottimo set di funzionalità senza accumulare un prezzo esorbitante.

I computer portatili per i giochi hanno fatto molta strada negli ultimi anni. Non è più richiesto avere un enorme motore a reazione per far fronte alla potenza termica dei chip grafici mobili. Pertanto, i notebook si sono considerevolmente ridotti per offrire una grafica di livello desktop in un fattore di forma realmente portatile.

Ciò è dovuto in gran parte alle GPU Pascal di Nvidia. Le schede grafiche della serie 10 sono più potenti ed efficienti che mai. Con l’aumento della velocità di clock e un calo della temperatura rispetto alle generazioni precedenti, è ora possibile impacchettare le GPU GTX 1060 e 1070 in portatili che misurano circa o talvolta meno di un pollice di spessore. Ancora meglio, quelle schede della serie 10 non sono varianti mobili in sordina, ma piuttosto potenti quanto le loro controparti desktop. Facendo un passo in più, la nuova filosofia di design Max-Q di Nvidia sacrifica un po’ di prestazioni per ottenere un assorbimento di potenza ancora più basso. Questi sistemi sono sottili, leggeri e silenziosi, ma comunque potenti.

1. Il miglior laptop di gioco: Asus ROG Strix GL502VS

  • + Combinazione hardware ben bilanciata
  • + Display G-Sync da 120Hz
  • + Cartellino del prezzo ragionevole
  • – Scarsa durata della batteria

SPECIFICHE

  • CPU: Intel Core i7-7700HQ (base 2,8 GHz)
  • GPU: GeForce GTX 1070 da 8GB
  • RAM: 16GB DDR4-2400
  • Display: LCD Wide View da 15,6″ con refresh a 120Hz e G-Sync (1920×1080)
  • Memoria: SSD NVMe da 128GB, HDD da 1TB e 5400 RPM
  • Batteria: 62Wh
  • Connettività: jack combinato cuffie/microfono, 3x USB 3.0, 1x USB 3.1 Tipo C, 1x mini-DP, 1x HDMI, 1x RJ45, scheda SD
  • Sistema operativo: Windows 10 Home 64-bit
  • Peso: 2,177 kg
  • Spessore: 30mm

Il ROG Strix GL502VS di Asus è il miglior portatile di gioco per la maggior parte degli utenti. Combina un set di funzionalità robuste con una qualità costruttiva decente in un fattore di forma non gigantesco, il tutto a un prezzo ragionevole.

Sono un grande fan del fattore di forma del laptop da 15 pollici. È abbastanza grande da darti lo schermo necessario per giocare senza strizzare gli occhi, ma non così grande (parlo di voi 17 pollici) che richiede uno speciale zaino per laptop da gioco. In altre parole, è il fattore di forma che consente a una macchina da gioco portatile di essere effettivamente portabile.

Il ROG Strix GL502VS soddisfa questa promessa di portabilità. Con uno spessore di soli 30 mm, è uno dei notebook GTX 1070 più sottili che abbiamo testato, essendo battuto solo dall’X5 v6 della divisione Aorus di Gigabyte. C’era molto che ci piacesse del X5 v6, non ultimo il suo telaio super-svelte, e in un altro mondo potrebbe essere la nostra prima scelta, ma è stato penalizzato da una discutibile qualità costruttiva e da un prezzo molto più alto.

Come la maggior parte dei laptop testati in questa categoria, il GL502VS presenta una CPU Intel Core i7-7700HQ, RAM DDR4 da 16 GB e una GPU GTX 1070. Dove si distingue, a parte il fattore di forma già menzionato, è nel suo display. Dove la maggior parte dei portatili da gioco offre uno schermo IPS G-Sync 1080p, sono per lo più penalizzati da pannelli con una frequenza di aggiornamento di 60Hz. Il GL502VS fa passi avanti con un pannello opaco da 1080p “simile a IPS” con una frequenza di aggiornamento di 120Hz. Sinceramente, gran parte della potenza di spinta dei pixel della GTX 1070 viene sprecata su uno schermo a 60 Hz, poiché è più che capace di mantenere framerate ben oltre gli 80-100 FPS a 1080p. Con lo schermo G-Sync da 120 Hz del GL502VS, non sei costretto a scegliere tra lo strappo dello schermo e FPS sopra i 60.

Considerando la somiglianza dei componenti interni, i portatili che abbiamo testato hanno ottenuto risultati relativamente vicini nei nostri benchmark. A dire il vero, la differenza tra il punteggio più alto e quello più basso è tanto piccola da essere per lo più trascurabile una volta entrati nell’utilizzo reale. Nondimeno, il GL502VS ha segnato il miglior punteggio contro computer portatili con simili specifiche e più costosi.

A mio parere, il telaio del GL502VS rappresenta un enorme miglioramento rispetto al laptop G752VS più grande e costoso di Asus, la versione aggiornata di uno dei nostri laptop preferiti in passato. Il GL502VS ha un aspetto più sobrio che mantiene un po’ l’estetica angolare del marchio ROG mentre attenua alcuni degli stili più aggressivi e si stringe in un pacchetto più piccolo e più comodo da utilizzare. Naturalmente, le dimensioni del G752VS derivano principalmente dalle grandi prese d’aria posteriori, ma nei miei test le dimensioni ridotte del GL502VS non lo limitavano a livello termico in alcun modo apprezzabile mentre arriva anche ad un prezzo molto più interessante.

Per la connettività, il GL502VS ha tutti i soliti sospetti: tre USB 3.0 insieme a una USB Type-C, nonché uno ciascuno di HDMI e Mini DisplayPort per il collegamento a monitor esterni. Sfortunatamente, manca la connettività Thunderbolt 3 della porta Type-C, limitando i trasferimenti a 10 Gbps invece dei 40Gbps ultraveloci di Thunderbolt 3.

L’altro principale svantaggio del GL502VS è la durata della batteria: con solo una batteria da 62 Wh, il consumo energetico della GTX 1070 significa che il tempo trascorso lontano da una presa è limitato a solo un’ora o due, anche se non si gioca. Detto questo, la mancanza di durata della batteria è più che compensata quando si considera il prezzo del GL502VS. A € 1.899, costa centinaia di euro in meno rispetto alla maggior parte dei portatili GTX 1070. E anche se non è il più portatile, soprattutto se confrontato con l’ultra-sottile Razer Blade oi prossimi laptop Nvidia Max-Q, è abbastanza piccolo per uno zaino normale e abbastanza leggero da non romperti le spalle. Naturalmente, se insisti su un schermo più grande, il GL702VS da 17 pollici è effettivamente lo stesso laptop in una cornice più grande.

2. Il miglior laptop di gioco economico: Acer Predator Helios 300

  • + Prezzo molto interessante
  • + Prestazioni solide a 1080p
  • + Grande durata della batteria
  • – Niente G-Sync

SPECIFICHE

  • CPU: Intel Core i7-7700HQ (base 2,8 GHz)
  • GPU: GeForce GTX 1060 6 GB
  • RAM: 16GB DDR4-2133
  • Display: 15.6″ IPS (1920×1080)
  • Memoria: SSD SATA da 256GB M.2
  • Batteria: 48Wh
  • Connettività: jack combinato cuffie/microfono, 2x USB 2.0, 1x USB 3.0 alimentato, 1x USB 3.1 Tipo C, 1x HDMI, 1x RJ45, scheda SD
  • Sistema operativo: Windows 10 Home 64-bit
  • Peso: 2,698 kg
  • Spessore: 33mm

Per la categoria economica di questa guida, mi sono concentrato sui portatili da gioco con GPU GTX 1060 nell’intervallo da € 1.000 a € 1.500. È possibile trovare portatili da gioco per meno di € 1.000, ma di solito raggiungono quel prezzo più basso ridimensionandosi a una GPU GTX 1050 o 1050 Ti (o di vecchia generazione), che è significativamente meno capace di gestire i giochi più esigenti di oggi. La GTX 1060, d’altra parte, offre un buon rapporto prezzo-prestazioni che funziona bene per i giochi 1080p @ 60fps.

Il Predator Helios 300 di Acer è il miglior laptop di gioco economico per la maggior parte degli utenti. Come altri nella categoria, presenta una CPU Intel Core i7-7700HQ, RAM DDR4 da 16GB e la già citata GPU Nvidia GeForce GTX 1060. La maggiore differenza tra i portatili testati è nelle specifiche di archiviazione, nella qualità di costruzione e nel prezzo. E similmente ai migliori portatili da gioco equipaggiati con una GTX 1070 anche la maggior parte dei laptop economici ha prodotto risultati simili in tutti i nostri benchmark. In altre parole, per quanto riguarda le prestazioni, c’è pochissima differenza tra i vari laptop con caratteristiche simili in questa fascia di prezzo.

Quindi, se tutti i laptop funzionano allo stesso modo, cosa distingue Helios 300? Due cose principali: durata della batteria e prezzo. Parliamo prima del prezzo. Ho menzionato un intervallo di prezzi da € 1.000 a € 1.500 per questa categoria, ma la maggior parte dei laptop costa circa € 1.450. Tranne uno: L’Helios 300, che ha un prezzo che parte da € 1.100 e si trova ampiamente disponibile per € 1.150. Considerando che le funzionalità sono quasi identiche all’Asus ROG GL502VM (€ 1,299) e MSI GE62VR Apache Pro (€ 1,399), l’Helios 300 (€ 1,149) vince facilmente solo col prezzo.

L’unica cosa che ho trovato che mancasse dal’Helios 300 e per cui potrebbe valere la pena pagare € 150 extra per il GL502VM, è il G-Sync. Lo schermo opaco 1080p di Helios 300 non è niente di speciale, non è luminoso come uno schermo IPS da desktop, ma neanche tanto male quanto i colori sbiaditi che abbiamo visto su alcuni pannelli TN economici, e fa in modo decente il suo lavoro. Senza G-Sync, però, avrai a che fare con  frequenti strappi dello schermo se spegni la sincronizzazione v e il framerate scende sotto i 60fps. Detto questo, la GTX 1060 manterrà facilmente 60 fps, con alcune impostazioni ottimizzate, in quasi tutti i giochi di fascia alta. Con questo in mente, puntare a 60 fps con v-sync on è una solida alternativa al prezzo premium della tecnologia G-Sync di Nvidia.

Se il prezzo da solo non è sufficiente da farti scegliere l’Helios 300, la sua superiore durata della batteria è l’altro punto di forza. Quasi tutti i laptop che ho provato (sia in questa categoria che in altri) usano solo la loro scheda grafica dedicata, anche durante il normale utilizzo non di gioco. Ciò significa che la GPU è sempre alimentata, riducendo la durata della batteria fino a una o due ore. L’Helios 300, d’altra parte, passa alla grafica integrata durante i normali periodi di non gioco, migliorando in modo significativo la durata della batteria. Durante la normale navigazione con luminosità impostata al 50 percento, l’Helios 300 è durato più di quattro ore senza collegarlo alla spina, abbastanza a lungo per una accesa riunione o per un volo di media durata. Con la modalità di risparmio energetico e la luminosità più bassa, è possibile aumentarla a sei o più ore.

3. Il miglior portatile di gioco Max-Q: Gigabyte Aero 15X

Il miglior portatile di gioco Max-Q Gigabyte Aero 15X

  • + Performance eccellente
  • + Incredibilmente portatile
  • + Batteria eccezionale
  • – Tastiera rigida e angusta
  • – Pannello solo 60Hz, niente G-Sync
  • – Webcam schifosa

SPECIFICHE

  • CPU: Intel Core i7-7700HQ (base 2,8 GHz)
  • GPU: GeForce GTX 1070 8GB Max-Q
  • RAM: 16GB DDR4-2400
  • Display: LCD Wide View da 15,6″ con refresh a 60Hz e certificazione Pantone X-Rite (1920×1080)
  • Memoria: 512GB PCIe NVMe SSD
  • Batteria: 94Wh
  • Connettività: jack combinato cuffie/microfono, 3x USB 3.0, 1x Thunderbolt 3 (USB Type-C), 1x mini-DP, 1x HDMI, 1x RJ45, scheda SD
  • Sistema operativo: Windows 10 Home 64-bit
  • Peso: 2 chili (incluso l’alimentatore da 200W)
  • Spessore: 19,8mm

Il miglior portatile di gioco Max-Q per la maggior parte degli utenti è il Gigabyte Aero 15X. Dotato di un processore Intel Core i7-7700HQ e GPU Nvidia GTX 1070 Max-Q, Aero 15X è abbastanza potente da eseguire la maggior parte dei giochi a 1080p/60fps o superiori su impostazioni ultra. Non è il più economico dei portatili Max-Q 1070 che ho provato, ma ha sovraperformato la concorrenza e lo ha fatto con un fattore di forma leggermente più piccolo.

Ogni laptop Max-Q che ho provato disponeva di uno schermo 1080p da 15,6 pollici, anche se con caratteristiche diverse oltre a questo. Ciò che distingue Aero 15X, nonostante offra solo una frequenza di aggiornamento di 60Hz (mentre molti concorrenti offrono schermi a 120Hz), è il suo fattore di forma. Focalizza sulla massima portabilità sopra tutto il resto, e Aero 15X ci riesce soprattutto grazie a una cornice da 5mm che consente di misurare l’intero laptop a una larghezza di 14 pollici (le dimensioni di un MacBook Pro da 15 pollici), rispetto ai 15 pollici della concorrenza.

Questa leggera differenza nelle dimensioni complessive del telaio significa che l’Aero 15X non è solo sottile e leggero, ma si adatta anche più facilmente a uno zaino di dimensioni normali. Per l’uso quotidiano, ho uno zaino con chiusura a scatto in tela, per niente destinato a contenere un laptop da gioco. Quella differenza in pollici significa che l’Aero 15X si adatta comodamente al mio zaino, mentre la competizione no. Se ti interessa soprattutto la portabilità, l’Aero 15X regna sovrano.

Ma per quanto riguarda le prestazioni? Aero 15X offre tanta roba anche a questo proposito. Con le specifiche interne quasi identiche, i sistemi da noi testati producevano benchmark di gioco e produttività quasi identici. Anche così, l’Aero 15X ha ottenuto il punteggio più alto (anche se a stretto margine) in quasi tutti i nostri test. La variante Max-Q della GTX 1070 è abbastanza potente da mantenere 1080p 60fps nella maggior parte dei giochi alle massime impostazioni. In Tomb Raider, ad esempio, l’Aero 15X ha ottenuto una media di 94fps. In Overwatch, il mio framerate è rimasto ben sopra i 100fps usando l’ultra preset (ma con i riflessi dinamici disattivati).

Per i giochi più recenti e impegnativi, come Total War: Warhammer II e Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands, l’Aero 15X segna numeri poco sotto i 60fps a 1080p Ultra, ma puoi facilmente ottenere sopra i 60fps con poche modifiche alle impostazioni.

Che dire della produttività e di altre attività non di gioco? Anche qui l’Aero 15X ha successo. Ha ottenuto il punteggio più alto (anche se ancora a stretto margine) in Cinebench R15, 3DMark Fire Strike e CrystalDiskMark Q32 Sequential Read e un secondo posto in PCMark 10 Express e CDM Q32 nella scrittura sequenziale.

Parte di questi punteggi più alti, specialmente nei test di trasferimento dati, è dovuta alle migliori caratteristiche di archiviazione di Aero 15X responsabili anche del suo prezzo più alto rispetto alla concorrenza.

L’Aero 15X non è privo di inconvenienti. Oltre al prezzo, offre uno schermo a soli 60Hz. Inoltre, nessuno dei sistemi GTX 1070 Max-Q che ho provato offriva G-Sync (sebbene sia disponibile sui più costosi sistemi GTX 1080 Max-Q). È un po’ una dura pillola da ingoiare ma 60Hz non sono la fine del mondo, soprattutto perché segna un limite inferiore per il Max-Q GTX 1070 da colpire per mantenere un’esperienza visiva senza strappi.

Inoltre, il pannello panoramico Aero 15X è dotato della certificazione Pantone X-Rite, che lo rende uno dei migliori di tutti i sistemi testati. Tuttavia, la cornice da 5mm dello schermo indica che la webcam è relegata al di sotto del display, simile a quella di Dell XPS 13. Non è un granché per lo streaming o per le videoconferenze e anche la qualità delle immagini non è eccezionale.

L’altro problema che ho riscontrato con Aero 15X è la sua tastiera. I tasti sono leggermente rigidi e leggermente più vicini rispetto a quelli di alcune tastiere chiclet, probabilmente a causa della compressione di una tastiera di dimensioni normali nella larghezza dei 14 pollici del laptop. La rigidità dei tasti mi è sembrata un po’ innaturale all’inizio, causando più errori di battitura del solito, ma è il tipo di cose che ci si abitua nel tempo, come passare da una tastiera amembrana a una meccanica, o da un tipo di interruttore a un altro.

Infine, l’Aero 15X ha un altro coup de grâce in questa battaglia di prestazioni portatili: la durata della batteria. È dotato di una batteria da 94Wh. In pratica, questo significa che la batteria dura per tutto il giorno per il lavoro e la navigazione in internet. Come ulteriore vantaggio, l’alimentatore esterno dell’Aero 15X è più leggero e compatto della maggior parte e ha una porta USB integrata per caricare altri dispositivi.

Nonostante il costo leggermente superiore, Gigabyte Aero 15X offre le prestazioni promesse dalla filosofia Max-Q di Nvidia nel fattore di forma più portatile. È più piccolo, più leggero e offre la migliore durata della batteria. I sistemi Max-Q sono più costosi e leggermente meno potenti delle loro controparti non Max-Q, ma il sacrificio a tale riguardo è più che compensato dalla portabilità. L’Aero 15X fa un ulteriore passo in avanti, poiché il suo fattore di forma compatto compensa più di qualsiasi mancanza. Tutto sommato, si tratta di un laptop in grado di riprodurre i giochi più recenti in corrispondenza delle impostazioni massime o addirittura di funzionare come una workstation portatile, indipendentemente dal fatto che tu lavori in un cubicolo, in sala conferenze, in ufficio o dal divano.

Come testiamo i portatili

Cosa rende un laptop più attraente di un altro agli occhi di un giocatore? È leggero, per la portabilità e le feste LAN? Che ne dici di hardware di fascia alta per facilitare i framerate più alti? Sicuramente la connettività conta. Display esterni, periferiche di gioco e archiviazione esterna possono farti dimenticare che stai persino utilizzando un notebook. O forse il valore è ciò che conta di più. Per un prezzo abbastanza basso, siamo tutti disposti a scendere a compromessi sulla qualità della grafica, giusto? Giusto?

Certo che no, ed è per questo che i migliori costruttori stipano il maggior numero di  core di elaborazione possibile, anche quando i soldi sono stretti. E in cima alla gamma, i componenti di classe desktop in “armadi” mobili impostano nuovi record di prestazioni ad ogni generazione.

La maggior parte dei laptop che abbiamo testato per la miglior categoria complessiva offrono interni simili: un processore Intel Core i7-7700HQ, GPU Nvidia GTX 1070, RAM DDR4 da 16GB e uno schermo G-Sync 1080p. Allo stesso modo, i laptop nella categoria budget sono dotati di CPU Intel Core i7-7700HQ, GPU Nvidia GTX 1060, RAM DDR4 da 16GB e schermo 1080p, sebbene la funzionalità G-Sync a volte manca. La principale differenza tra i modelli dipende generalmente dalle opzioni di archiviazione, dal peso e dalle dimensioni, dalle caratteristiche dello schermo e, naturalmente, dal prezzo. La somiglianza tra le componenti ha portato a punteggi di benchmark relativamente simili, con la differenza tra i punteggi più bassi e quelli più alti che non varia considerevolmente.

Eseguiamo i seguenti test per misurare le prestazioni e la produttività dei portatili da gioco:

  • Cinebench 15
  • Tech ARP x264 HD
  • CrystalDiskMark64 4K lettura e scrittura
  • 3DMark Fire Strike
  • PCMark 8 Creative

Per i giochi, utilizziamo i benchmark integrati su Rise of the Tomb Raider, Far Cry Primal e The Division. I test vengono eseguiti a 1080p utilizzando la massima preimpostazione grafica disponibile, con V-sync e G-Sync disabilitati. Tutti i test vengono eseguiti più volte per garantire che non si verifichi una limitazione termica. Nel caso in cui i punteggi diminuiscano nei test successivi, vengono utilizzati i punteggi più bassi (limitati).

Test futuri

Ci sono un sacco di laptop da gioco, e certamente non abbiamo avuto la possibilità di provarli tutti. Attualmente stiamo testando laptop di fascia alta equipaggiati con GTX 1080, così come i modelli GTX 1080 Max-Q che combinano la massima potenza e il minimo ingombro. Se hai un laptop specifico che pensi dovremmo valutare, assicurati di farcelo sapere nei commenti.

Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell’e-commerce.

Effemeride.it supporta i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa.

Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche.

Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook.

Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti alla nostra Newsletter oppure al Blog tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

FONTEPC Gamer
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi