La pastiera napoletana è uno dei dolci più amati nel nostro Paese: ecco dunque quali sono i trucchi per prepararne una perfetta

Fonte: DGMAG.IT | Licenza CC BY 4.0

La pastiera napoletana è di certo uno dei dolci più amati della tradizione culinaria. La frolla, la deliziosa crema a base di ricotta vaccina, grano cotto e zucchero, l’aroma di fiori d’arancia e i canditi, messi assieme danno vita a qualcosa di veramente irresistibile.

In rete e sui libri di cucina si trovano un’infinità di ricette, che bene o male si somigliano tutte, eppure ci sono dei trucchi per poter rendere la pastiera napoletana ancora più buona.

Vi state chiedendo quali siano questi trucchi? Eccoli qui.

Iniziate innanzi tutto preparando la pasta frolla almeno 12 ore prima di mettere a cuocere la pastiera. Ricordate che la pastiera ha una frolla differente rispetto a quella delle crostate, questo perché la pasta, in questo caso, deve essere si friabile, ma non troppo. Laddove questa risultasse troppo secca, infatti, in cottura rischierebbe di rompersi. Al fine di raggiungere lagiusta consistenza, lasciate che la frolla venga lavorata in una planetaria, fino a raggiungere un composto che risulti inizialmente molto cremoso. Lavorate quindi prima il burro con le scorze di limone e i fiori d’arancia, quindi aggiungete una alla volta le uova, facendole assorbire adeguatamente e in fine versate tutta assieme la farina ben setacciata. Solo così la frolla avrà la consistenza corretta.

Il segreto per avere una crema perfetta, invece, è quello di far sgocciolare perfettamente la ricotta. Posizionatevi sopra un peso, in modo che tutto il siero fuoriesca. L’operazione deve durare almeno 12 ore. Una volta che sarà ben asciutta, potrete quindi aggiungere lo zucchero. Anche in questo caso bisogna amalgamare il tutto alla perfezione, in modo che i cristalli si sciolgano del tutto. Ricordate anche di setacciare la ricotta con un colino, in modo che non si formino dei fastidiosi grumi.

Quando cucinate il grano, ricordate che è bene che sia disposto in un pentolino abbastanza largo. Per rendere il ripieno ancor più cremoso, frullate 100 grammi del grano che avete cotto.

Seguiti tutti questi passaggi, potete infine passare a comporre il dolce, stendendo prima la frolla per la base (ricordate di forarla con i rebbi di una forchetta), unite poi il grano alla farina e ai canditi, versate il composto nella frolla e create il classico reticolo con le strisce della restante frolla. Infornate quindi a 150° in forno preriscaldato per circa 1 ora e 45 minuti.

[Fonte articolo: tavolartegusto.it]

[foto: vocedinapoli.it]

Trucchi e segreti per una pastiera napoletana perfetta
5 (100%) 4 votes

CONDIVIDI