Giuliano Cazzola critica le posizioni del Movimento 5 Stelle in tema di riforma delle pensioni. Nelle sue punture di spillo su Formiche.net, l’ex deputato evidenzia che

“il “grillismo militante’’ auspicasse un sistema privato a capitalizzazione, con garanzia di uscita flessibile (ovviamente con la liquidazione del trattamento maturato in rapporto ai contributi versati, in modo volontario, e dei rendimenti ottenuti dal loro investimento sui mercati finanziari). Bene, il modello c’è già. Basta copiare quello applicato in Cile da Pinochet”.

Tuttavia ci sarebbe un problema da risolvere, visto che l’attuale sistema è a ripartizione e quindi qualcuno dovrà pur pagare le pensioni in essere, visto che oggi sono erogabili grazie anche ai contributi versati dai lavoratori che il Movimento 5 Stelle vorrebbe fossero “riservati” ai loro futuri assegni pensionistici.

Difatti: “I versamenti dei pensionati di oggi non sono custoditi nell’enorme forziere di Zio Paperone, ma sono stati utilizzati, quando i titolari di oggi ancora lavoravano, per finanziare i trattamenti allora vigenti. Questa è la catena di Sant’Antonio della ripartizione: con i contributi dei lavoratori dipendenti si finanziano le pensioni in essere con la promessa da parte dello Stato che quando i lavoratori andranno in quiescenza, ci sarà un’altra generazione di lavoratori che farà onore ai diritti da loro maturati. E’ agevole comprendere dove casca l’asino della ripartizione: le generazioni future saranno chiamate a garantire ai padri e ai nonni, con queste crescenti dei loro redditi, prestazioni che loro non si potranno permettere. Ma dalla trappola della ripartizione non si esce. Se si volesse cambiare sistema e spezzare questa perversa catena, occorrerebbe, infatti, trovare le risorse per continuare a corrispondere le rendite dello stock vigente: un esborso da 250 miliardi l’anno. Le nuove generazioni di lavoratori ‘’capitalizzarebbero’’ i loro contributi. Ciascuno per sé”.

Fonte: formicheilsussidiario

Articolo di Pensioninovita che ripubblichiamo per gentile concessione

Riforma Pensioni Novità, Cazzola: Perché sono strampalate le idee dei 5 Stelle di Grillo
5 (100%) 8 votes

CONDIVIDI