Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

L’OLED di LG si mette in testa nella prima metà del 2018 come miglior TV

Il Buono: L’LG C8 è la TV più performante che abbiamo testato finora. Offre perfetti livelli di nero, ampi angoli di visione, colori accurati e una grande immagine luminosa. L’uniformità e le opzioni di elaborazione video sono leggermente migliori rispetto all’anno scorso. Il suo design sorprendente è caratterizzato da un pannello super sottile.

Il Cattivo: Il C8 è costoso (EUR 1.500,69), e un LG OLED più economico arriverà più tardi nel 2018. Non può essere tanto luminoso quanto i televisori LCD concorrenti.

Il Verdetto: Il televisore OLED C8 di LG definisce lo standard rispetto al quale verranno giudicati tutti i televisori di fascia alta.

OLED è ufficialmente una tecnologia TV matura.

Negli ultimi quattro anni, i televisori LG con pannelli OLED, ovvero schermi a diodi a emissione di luce organica, hanno ricevuto il massimo riconoscimento per la qualità delle immagini. Ogni anno battono i migliori televisori LCD e ogni anno do al nuovo LG OLED il titolo del miglior televisore che abbia mai testato.

Questo è successo ancora una volta. A partire da aprile 2018, l’LG C8 è il migliore TV che abbia mai testato, battendo per un pelo le TV OLED di Sony e LG del 2017. Ed è un pelo sottile sottile: i principali vantaggi del C8 sono molto minori, tra cui una maggiore uniformità dello schermo e nuove effimere opzioni di elaborazione video.

Chiunque abbia acquistato una TV OLED 2017 può essere certo che la versione più recente non è significativamente migliore (e ha uno stand più brutto). Per chiunque voglia risparmiare denaro ottenendo una TV OLED 2017 ora in offerta, invece di aspettare fino a questo autunno che il C8 scenda di prezzo, considera questa recensione come un sì definitivo.

Il C8 è il modello più economico

Il C8 è il modello più economico quest’anno che porta il nuovo processore Alpha 9 di LG, qualcosa che manca dal B8. Ma il B8 è meno costoso. E quel processore non vale molti soldi in più in termini di prestazioni reali, da quello che ho visto. In altre parole, vale la pena scegliere il B8 (EUR 1.500,69) se vuoi il miglior prezzo su una TV OLED 2018.

E per chi vuole solo la migliore TV, indipendentemente dal prezzo, il Q9 (EUR 2.300,00) di Samsung costa più del C8, ma ha un’immagine più brillante e la migliore tecnologia Quantum-Dot con dimming locale che l’arcirivale di LG può creare. È l’unico televisore LCD 2018 che ha la possibilità di eguagliare un OLED.

Siamo ancora a metà anno, ma la LG C8 è ancora la mia preferita per vincere il titolo di campione di qualità delle immagini 2018.

Bello design tranne che per il supporto davvero brutto

Bello design tranne che per il supporto davvero brutto

Ho amato i design OLED minimalisti di LG, ma la C8 del 2018 lascia un po’ a desiderare. Il supporto è molto ampio, quasi la stessa larghezza del pannello. Ho preferito molto l’aspetto più pulito del più stretto stand angolare sulla C7 dell’anno scorso.

Naturalmente si può sempre abbandonare lo stand, montare a muro la TV e crogiolarsi nel suo glorioso minimalismo. C’è meno di un centimetro di cornice nera intorno all’immagine stessa alla parte superiore e ai lati. Poi c’è un po’ di più sotto, ma nessuna traccia di argento, nessun «LG» o qualsiasi altro logo.

Vista di profilo

Vista di profilo, la parte superiore è sottile come un rasoio a appena un quarto di pollice di profondità. Ma ha il tipico rigonfiamento in basso che si sporge per altri 1,75 pollici. Questo rigonfiamento ospita gli ingressi, l’alimentatore, gli altoparlanti e altri componenti TV che necessitano di profondità. E’ di plastica, ma la parte posteriore sopra è rivestita di metallo argentato.

La novità per il 2018, è lo screensaver visualizzato quando il televisore non riceve un segnale. Ora è una vera e propria immagine incorniciata, che include dipinti e fotografie di paesaggi, e anche la cornice stessa cambia. Il mio primo pensiero è che LG vuole copiare l’eleganza di “The Frame” di Samsung.

Smart TV: decente ma non innovativo

Il sistema di menu Web OS di LG si sente bello e veloce, ma è sostanzialmente invariato rispetto all’anno scorso. Manca ancora gli extra innovativi e la configurazione basata su app del sistema Tizen 2018 di Samsung, ed è ben dietro a Roku TV o Android TV di Sony. Se desideri più app, la soluzione migliore è ottenere uno streamer esterno, ma vale la pena ricordare che solo una, l’Apple TV 4K, può supportare il Dolby Vision.

Il telecomando è lo stesso

Il telecomando è lo stesso del modello 2017. Mi piace usare il controllo del movimento per navigare sullo schermo, cosa che è particolarmente utile quando si accede alle app o si esegue la ricerca utilizzando una tastiera su schermo. La rotellina di scorrimento è perfetta anche per spostarsi tra app, come quelle apparentemente infinite righe di miniature su Netflix e Amazon.

Entrambe queste app hanno pulsanti di lancio dedicati sul telecomando. Ma a differenza del telecomando 2018 di Sony, non c’è un tasto speciale per Google Assistant. I set 2018 di LG includeranno presto Assistant, a cui potrai accedere premendo il semplice pulsante del microfono, ma non era ancora attivo quando ho recensito il televisore. Aggiornerò questa sezione quando avrò la possibilità di testarlo.

Caratteristiche e connessioni

Caratteristiche Chiave

Tecnologia display: OLED

Retroilluminazione LED: N/A

Risoluzione: 4K

HDR compatibile: HDR10, Dolby Vision

Forma dello schermo: Piatto

Smart TV: Web OS

Telecomando: A mozione

OLED è più vicina al plasma rispetto alla tecnologia LED LCD (QLED o altro) utilizzata nella stragrande maggioranza dei televisori di oggi. Quando LCD si basa su una retroilluminazione che brilla attraverso un pannello a cristalli liquidi per creare l’immagine, con OLED e plasma, ogni singolo sub-pixel è responsabile della creazione di illuminazione. Ecco perché OLED e plasma sono noti come «emissive» e LED LCD sono chiamati display «trasmissivi», e una grande ragione per cui la qualità dell’immagine di OLED è così buona.

I televisori OLED 2018 di LG hanno la stessa potenza luminosa e la stessa gamma di colori dei modelli 2017, quindi la maggiore differenza di qualità dell’immagine è che i televisori 2018 (a parte il B8) ottengono il nuovo processore Alpha 9 di LG. L’azienda sostiene che il chip migliora la riduzione del rumore, la nitidezza, il contrasto e il colore (quest’ultimo attraverso una superiore mappatura dei colori). LG ha anche aggiunto l’inserimento di una cornice nera a tutti i suoi televisori OLED 2018, incluso il B8.

A differenza di Samsung, le TV LG come il C8 supportano entrambi i principali tipi di video HDR: Dolby Vision e HDR10. Il set supporta anche HLG HDR e il formato Technicolor e Philips HDR. Ma dovresti considerarle come funzionalità a prova di futuro, dato che non c’è ancora alcun contenuto che puoi guardare in quei formati. È disponibile anche una modalità immagine approvata da Technicolor.

Novità per il 2018, le TV di LG sono compatibili anche con i video HFR (high frame rate), anche se solo tramite app di streaming integrate, non su dispositivi esterni collegati tramite HDMI. La presentazione di fotogrammi più elevati in una manciata di film – per esempio, The Hobbit – è controversa. Molti spettatori semplicemente non amano l’effetto, che può dare ai film un aspetto simile al maligno effetto soap opera. Detto questo, potrebbe diventare ampiamente accettato nei contenuti sportivi e di gioco. Ancora una volta non ci sono contenuti HFR disponibili, ma LG dice che potrebbero comparire più tardi nel 2018.

Oltre alle misure standard

Oltre alle misure standard di prevenzione del burn-in, LG ne ha aggiunto una chiamata «Regolazione della luminanza del logo». È progettato per rilevare automaticamente un logo statico sullo schermo e, dopo due minuti, iniziare a diminuire la sua luminosità di circa un minuto e mezzo, dopodiché il logo dovrebbe essere più scuro del 20%. I test iniziali hanno scoperto che riduce un po’ la luminosità del logo, ma non ci aspettiamo che sia una panacea data la diminuzione percentuale relativamente lieve.

La selezione delle connessioni è di prim’ordine. A differenza di molti set Samsung, questo in realtà ha un ingresso video analogico per dispositivi legacy (non-HDMI).

Quattro ingressi HDMI con HDMI 2.0a, HDCP 2.2

  • Quattro ingressi HDMI con HDMI 2.0a, HDCP 2.2
  • Tre porte USB
  • Un ingresso video composito
  • Uscita audio digitale ottico
  • Un ingresso RF (antenna)
  • Porta RS-232 (minijack, solo per servizio)
  • Porta Ethernet (LAN)

Qualità dell’immagine

Con sorgenti HDR HD e 4K, in ambienti luminosi e bui, LG C8 ha fornito la migliore immagine che abbia mai testato. Ha ottenuto perfetti livelli di nero e il miglior contrasto della categoria, oltre a un’eccellente accuratezza dei colori. L’off-angle era migliore di qualsiasi LCD e l’uniformità superiore a qualsiasi OLED che abbiamo testato in questo confronto, inclusi i modelli 2017.

L’ elaborazione video è eccellente, ma rimane comunque al di sotto della risoluzione di movimento di alcune TV. L’impatto del processore Alpha 9 di LG è minore, ma LG ha aggiunto la possibilità di modificare alcune impostazioni (come il rimastering HDR), oltre a includere l’inserimento di frame neri (che a mio avviso non vale la pena). Nel complesso il C8 è leggermente migliore rispetto ai televisori OLED 2017, ma tutti meritano un punteggio di qualità delle immagini pari a «10».

Camera buia: Questa categoria è stata una lotta sleale tra i tre televisori OLED e i tre schermi a basso costo. Come al solito OLED domina in un ambiente home theater esigente. La C8 2018 non ha avuto un aspetto migliore rispetto ai modelli OLED 2017, la Sony A1 e la LG E7.

Confrontando Thor: Ragnarok in Blu-ray 1080p tra i televisori, gli OLED hanno mostrato i loro livelli di nero tipicamente perfetti nelle barre nere sopra e sotto e di conseguenza ombre più scure, che hanno migliorato il contrasto e l’impatto su gli LCD. Le scene buie, come il confronto iniziale di Thor con Surtur o le luci contro lo schermo scuro all’inizio del capitolo 7, per esempio, hanno mostrato bene il vantaggio degli OLED. Le scene più luminose di Asgard hanno livellato il campo di gioco tra le TV.

I tre set OLED sembravano quasi identici nella maggior parte delle scene, ma ho notato lievi differenze nei dettagli delle ombre. Nel capitolo 7 il macchinario oscuro dietro Thor sembrava un po’ meno dettagliato sulla E7 e la Sony rispetto alla C8. Il C8 ha misurato la migliore gamma dei tre dopo la calibrazione il che potrebbe spiegare la differenza. In ogni caso le differenze tra i tre erano sottili.

Camera luminosa: il C8 non è più luminoso rispetto ai televisori OLED dell’anno scorso. In realtà è leggermente più scuro in modalità SDR e leggermente più luminoso in HDR. E come al solito non può competere con l’uscita luminosa dei modelli LCD.

Detto questo, i set OLED sono ancora abbastanza luminosi per quasi tutti gli ambienti di visualizzazione. Sì, si attenuano notevolmente rispetto agli LCD quando mostrano bianchi a schermo intero – pensate ad una partita di hockey, per esempio – ma anche in quelle situazioni non ne risentono più di tanto.

Tutti i set OLED mantengono i livelli di nero e i riflessi ridotti molto bene – meglio di Sony anche se peggio del Samsung, la cui gestione dei riflessi è tra le migliori che abbia mai visto.

Precisione del colore: prima della calibrazione standard, le modalità Technicolor Expert e ISF Expert erano già super accurate, tra le migliori che ho visto, e in seguito erano ancora migliori. Come al solito i superiori livelli di nero di OLED hanno migliorato anche la percezione della saturazione del colore rispetto ai display LCD.

Nonostante il vantaggio della C8 nelle mie misurazioni rispetto agli altri televisori OLED, tuttavia, i colori sembravano estremamente simili e nessuno dei tre aveva un chiaro vantaggio. Francamente anche gli LCD, oltre la differenza di saturazione, sembravano fondamentalmente altrettanto buoni.

Elaborazione video: Il C8 ha fatto bene in questa categoria, ma non ho visto una differenza enorme da attribuire al nuovo processore Alpha 9 di LG.

Con l’impostazione Real Cinema attivata, il C8 ha superato il test di cadenza a 1080p/24 di I Am Legend sia in posizione TruMotion «Off» che in «User» (zero per De-Judder e 10 per De-Blur). Probabilmente sceglierei quest’ultimo dato che ha fornito anche la massima risoluzione di movimento del televisore (600 linee) e la corretta cadenza del film.

Decisamente non sceglierei la modalità che introduce l’inserimento della cornice nera, nuova per il 2018. Etichettato Motion Pro, può essere attivato e disattivato dal menu TruMotion User. Attivandolo migliora un po’ la risoluzione di movimento, arrivando a 700 linee e le rende anche più nitide. Ma scurisce l’immagine di circa il 40%, aggiunge un sottile effetto pulsante al movimento a 24 fotogrammi e introduce un visibile sfarfallio nelle aree luminose. La risoluzione in più non vale i compromessi.

Il resto delle impostazioni (ad eccezione di Off) ha introdotto una qualche forma di effetto soap-opera, e tutte hanno raggiunto un massimo di 600 linee di risoluzione di movimento. In confronto, il Samsung Q8 ha raggiunto 1.200, il che potrebbe renderlo più attraente per quelli che non sopportano la sfocatura. Al mio occhio, tuttavia, l’LG è rimasto molto nitido in movimento con tutto il materiale che ho guardato (al contrario dei modelli di test).

L’ unico vantaggio che l’Alpha 9 offre è stato quello di rimuovere gli artefatti . I cieli di The Martian visto in Blu-ray 4K, ad esempio, mostravano occasionalmente fasce di colore estremamente deboli su molti televisori, incluso il C8 quando la sua riduzione del rumore MPEG è impostata su «Off». Attivata, tuttavia, quella fascia è praticamente scomparsa. Ho visto lo stesso comportamento sulla Sony quando ho attivato la sua impostazione «smooth gradation», e preferisco l’implementazione di Sony dato che non ti costringe a coinvolgere NR per combattere il banding.

Il ritardo di ingresso in modalità Gioco con sorgenti 1080p ha misurato un eccellente 21 millisecondi, lo stesso dell’E7 e superiore alla Sony A1. Con 4K HDR è stato un altrettanto impressionante 29.97ms.

Visualizzazione off-angolo e uniformità: un grande vantaggio OLED rispetto all’LCD è la sua immagine superba se vista da fuori angolo, in posizioni diverse dal punto centrale davanti allo schermo. Gli OLED mantenevano la fedeltà al livello di nero e la precisione del colore molto meglio di tutti gli LCD LED che ho testato che si slavano in confronto.

L’uniformità dello schermo sul C8 è stata la migliore che abbia mai visto su un televisore OLED, e migliore dell’A1 e dell’E7, che hanno entrambi presentato bande verticali su modelli scuri a campo pieno. La bendatura era ancora visibile sul C8, in alcuni modelli di test, ma era estremamente debole. Detto questo, non ho notato alcuna bendatura, o alcuna differenza tra l’uniformità dei tre OLED, con la normale visione del programma al contrario dei modelli di test, quindi non lo considero un grande vantaggio del C8.

Gli schermi LCD, da parte loro, hanno mostrato problemi di uniformità molto più evidenti rispetto agli OLED, ad esempio variazioni di luminosità sullo schermo.

HDR e video 4K: il C8 corrisponde alle prestazioni HDR degli OLED 2017 che non supera in modo significativo. Il contrasto era più o meno lo stesso e il colore era altrettanto difficile da distinguere tra i tre, anche se ho notato alcune sottili differenze. Tutti e tre hanno sovraperformato gli LCD, inclusi i più luminosi Sony e Samsung.

Per il mio test HDR ho guardato Altered Carbon su Netflix in HDR10, confrontandolo fianco a fianco su tutti i televisori. Lo show combina scatti artistici con alcuni dei migliori e più drammatici HDR che abbia mai visto, e fornisce una grande prova per la gestione di luci, ombre e tutto il resto da parte delle TV.

Gli OLED hanno sempre avuto un aspetto migliore rispetto agli LCD, grazie al loro perfetto livello di nero e al contrasto generale. Sì, tecnicamente gli LCD possono diventare più luminosi, tuttavia, le aree luminose dell’OLED sembravano ancora più impattanti, perché erano accostate ai neri più scuri.

Colori – il muschio verde e le piante e i toni della pelle dei combattenti nella foresta nell’episodio 7 sembravano un po’ più saturi e brillanti sugli OLED.

Secondo le misurazioni, il colore della C8 era altrettanto accurato se non di più degli altri due televisori OLED, ma se dovessi scegliere tra di loro darei al C8 un leggero margine. Nella maggior parte delle scene sembravano molto simili, ma in alcune la C8 sembrava più piacevole e piccante, con colori e riflessi più vivaci. Era una differenza molto sottile, che non è visibile al di fuori di un confronto fianco a fianco (e potrebbe essere facilmente dovuto a differenze di pannello o calibrazione).

Novità per il 2018, LG presenta la sua impostazione di mappatura dinamica dei toni, progettata per imitare i metadati dinamici con HDR10 e altre fonti di metadati statici analizzando ogni scena e regolando il contrasto in base alla salsa speciale di LG. È attivo per impostazione predefinita in Technicolor Expert e quindi tutte le osservazioni sopra riportate sono state effettuate con esso inserito. Disattivarlo ha portato a un’immagine più ottusa, quindi l’ho lasciata accesa. Tieni presente che non puoi disattivarlo sulle LG del 2017 come l’E7, ma alcune persone potrebbero apprezzare avere l’opzione.

Se ti è piaciuto questo articolo, allora ti pregiamo di iscriverti al nostro Canale YouTube. Puoi trovarci anche su Twitter e Facebook.
FONTECNET
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. E non dimenticare di iscriverti al nostro Canale YouTube! Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi