Con Android che domina completamente il settore della telefonia mobile, scegliere i migliori smartphone Android è quasi sinonimo di scelta dei migliori smartphone, punto. Ma mentre i telefoni Android hanno pochi veri avversari su altre piattaforme, la concorrenza interna è incredibilmente agguerrita.

Dai dispositivi eleganti che colpiscono con il loro premium design, ai top di gamma pieni di funzionalità, ai dispositivi tuttofare fino ai telefoni a prezzi accessibili, l’ecosistema Android è popolato da un’incredibile varietà di validi cellulari.

Ma la parola “migliore” è soggettiva, e a volte i fogli delle specifiche e gli elenchi delle funzionalità non sono sufficienti per farsi un’idea di quanto sia davvero buono uno smartphone. In questo riepilogo, stiamo elencando il meglio in assoluto: i telefoni Android con i quali non puoi sbagliare.

Nota del redattore: aggiorneremo regolarmente questo elenco con l’arrivo dei nuovi dispositivi.

Nota del redattore: aggiorneremo regolarmente questo elenco all’avvio di nuovi dispositivi.

1. Samsung Galaxy Note 8

Dopo un controverso 2016, la linea Galaxy Note di Samsung è tornata in pieno vigore. Con le specifiche di punta, un design straordinario, una nuova configurazione a doppia fotocamera e nuove funzionalità software, il Galaxy Note 8 è il miglior telefono Android che puoi acquistare in questo momento.

Il display Infinity da 6,3 pollici Quad HD quasi senza bordi con un aspect ratio di 18,5:9 è una delle parti preferite di questo telefono. È grande, forse troppo grande per alcune persone, ma almeno la società usa al meglio questo schermo fantastico. C’è una nuova funzione di App Pairing che ti consente di aprire due app preferite in multi-finestra contemporaneamente, e ci sono alcune nuove funzionalità della S Pen che soddisferanno gli utenti che non possono fare a meno.

Inoltre, la nuova configurazione a doppia fotocamera sul retro offre prestazioni incredibilmente elevate. Mentre la qualità delle immagini non è un enorme passo avanti rispetto a quello che abbiamo visto sui Galaxy S8 e S8 Plus, l’aggiornato sensore da 12 MP con l’aggiunta di OIS consente di scattare foto chiare e concise e impressionanti colpi di bokeh in qualsiasi situazione.

No, non è perfetto, ma nessun telefono lo è. Il posizionamento del sensore di impronte digitali Samsung è ancora super fastidioso e questo telefono è costoso. Se queste cose non ti interessano, il Note 8 potrebbe essere il telefono giusto per te.

2. Google Pixel 2

Il Pixel 2 è l’ultimo smartphone di punta di Google ed è fantastico in quasi tutto. Non ha tante campane e fischietti come il Note 8, ma se sei nel mercato per un cellulare Android semplice, il Pixel 2 è una grande opzione.

Questo dispositivo ha un display OLED 1080p da 5 pollici con una densità di pixel di 441 ppi. Non ha un fantastico schermo in formato 18:9 o un design senza cornice, sebbene abbia altoparlanti frontali sopra e sotto il display. All’interno troviamo un veloce processore Qualcomm Snapdragon 835, insieme a 4 GB di RAM LPDDR4x. È possibile acquistare il telefono con 64 GB o 128 GB di memoria integrata, ma non è possibile aggiungere memoria aggiuntiva con la scheda microSD che è assente.

Se ti piace scattare foto con il tuo telefono, sarai molto soddisfatto della fotocamera a 12.2 MP di Pixel 2. Non solo è stata nominata la definitiva fotocamera per smartphone attualmente sul mercato secondo DxOMark, ma abbiamo riscontrato che la fotocamera principale di Pixel 2 è incredibilmente impressionante nella maggior parte delle situazioni. C’è persino la modalità verticale sulle fotocamere anteriore e posteriore, anche se il telefono non ha una configurazione doppia.

Uno potrebbe chiedrsi perché non abbiamo menzionato il Pixel 2 XL. È un ottimo telefono, non fraintendere, ma sappi che il display della XL ha avuto una buona dose di problemi sin dal lancio. Il display pOLED da 6.0 pollici di LG sul 2 XL mostra una tinta blu quando il telefono è inclinato, non è sintonizzato per essere vibrante come altri pannelli OLED, e molti dei primi utenti hanno già notato problemi di burn-in. Google dice che continuerà a combattere questi problemi con gli aggiornamenti software, ed ha anche esteso la garanzia a due anni.

Se desideri un telefono Pixel con una batteria più grande e puoi convivere con uno schermo mediocre, ti consigliamo di acquistare il Pixel 2 XL: sarai molto felice. Ma se preferissi una batteria e uno schermo più piccoli (che non ha problemi), raccomandiamo il Pixel 2.

3. LG V30

Il V30 è l’ultimo telefono di punta della LG, che ha lottato per competere, almeno nelle vendite, con il suo più grande rivale Android, la Samsung. È anche il successore del V20 del 2016, che includeva uno schermo secondario da 2,1 pollici in alto per mostrare collegamenti alle app, controlli multimediali e altro. Il V30 elimina lo schermo secondario e ha uno schermo da 6 pollici quasi senza cornice, utilizzando il nuovo pannello Plastic OLED (pOLED). LG offre un menu slide-out sul display del telefono (chiamato Floating Bar) che fluttua sullo schermo come sostituto (specie per) per le persone che potrebbero mancare il display secondario.

In termini di specifiche hardware, l’LG V30 ha tutto ciò che ci si aspetta da un telefono di punta all’inizio del 2018. Ha un Qualcomm Snapdragon 835 con 4 GB di RAM, insieme a 64 GB di memoria integrata, una batteria da 3.300 mAh e una valutazione IP68 di resistenza alla polvere e all’acqua. LG sta anche promuovendo con forza le funzionalità avanzate di fotocamera e fotografia sul V30. Ha una doppia fotocamera posteriore che include un sensore da 16 MP con apertura f/1.6, insieme a un sensore da 13 MP con apertura f/1.9. La fotocamera posteriore ha una lente Crystal Clear invece che plastica, il che significa che dovresti ottenere foto più realistiche. I creatori di video dovrebbero divertirsi con le funzionalità software come Cine Video, che consente agli utenti di inserire rapidamente effetti video, insieme a Point Zoom, che consentirà ai proprietari di ingrandire qualsiasi punto del video.

Anche gli audiofili dovrebbero essere felici con l’LG V30, in quanto supporta l’Hi-Fi Quad DAC messo a punto da B&O Play. È anche il primo smartphone a supportare MQA, che dovrebbe consentire agli utenti di trasmettere audio ad alta risoluzione, ma con una dimensione del file più piccola e nessuna perdita di qualità.

4. Samsung Galaxy S8 e S8 Plus

Dopo il successo del lancio di Galaxy S7 e S7 Edge, Samsung sembrava avere una buona idea di ciò che gli utenti vogliono in uno smartphone. La durata della batteria, gli schermi ad alta risoluzione, le impressionanti prestazioni della fotocamera e molto altro erano tutte cose che l’azienda aveva raggiunto con le “ammiraglie” del 2016. E mentre il Note 7 sembrava migliorare ancora di più in quelle aree, i problemi di surriscaldamento hanno rovinato tutto.

Non dovrebbe sorprendere, dunque, che Galaxy S8 e S8 Plus siano dotati di specifiche di alto livello, ottime fotocamere e un design completamente nuovo che è davvero futuristico.

Questa volta Samsung ha incluso uno schermo curvo su entrambi i dispositivi, oltre a un esclusivo formato 18,5:9 che consente una sensazione molto più confortevole quando si tiene nella mano. La società ha persino abbandonato il suo famoso pulsante fisico di Home e ha incluso i tasti di navigazione sullo schermo (finalmente). Sotto il cofano, questi dispositivi sono dotati del processore Qualcomm Snapdragon 835 (o Exynos 8895, a seconda della regione), 4 GB di RAM, 64 GB di memoria interna e una delle ultime versioni di Android, 7.0 Nougat.

Samsung ha anche lanciato alcuni accessori extra insieme alla S8 che dovresti assolutamente prendere in considerazione. Il nuovo DeX dock della Samsung ti consente di utilizzare il tuo S8 come un desktop computer, oltre a una nuova fotocamera Gear 360 che consente di riprendere video in 4K e streaming live su YouTube. Naturalmente, ci sono anche le nuove cuffie Gear VR compatibili con Galaxy S8, complete di telecomando per una navigazione più semplice.

Tutto sommato, il Galaxy S8 e S8 Plus sono due dei migliori smartphone lanciati nel 2017.

5. OnePlus 5T

OnePlus 5 era uno smartphone solido, ma non era davvero all’altezza degli standard del 2017 sul fronte del design. Ecco perché OnePlus ha cambiato un po’ le cose con questo OnePlus 5T.

La prima cosa che noterai con il 5T è il display AMOLED Full HD+ da 6,01 pollici con un rapporto di 18:9. Ciò porta il dispositivo più in linea con gli altri dispositivi del 2017, soprattutto perché il suo predecessore mostrava uno schermo tradizionale da 16:9. Le specifiche sotto il cofano sono per lo più identiche al OnePlus 5, ma OnePlus ha deciso di cambiare la configurazione della telecamera questa volta. Ora, al posto del teleobiettivo del OnePlus 5, il 5T sfoggia un sensore secondario da 20 MP che utilizza una nuova e sofisticata tecnologia chiamata Intelligent Pixel Technology. Fondamentalmente, scatta foto migliori in condizioni di luce scarse rispetto a prima.

L’altro grande cambiamento con il 5T riguarda la sicurezza biometrica. Non solo il sensore di impronte digitali è stato spostato sul retro, è anche possibile sbloccare il 5T utilizzando il riconoscimento facciale. È super veloce, anche se a volte sbaglia per qualche motivo sconosciuto.

Forse la più grande caratteristica mancante del 5T è una valutazione IP per la resistenza alla polvere e all’acqua, che è una caratteristica che ha praticamente ogni altro dispositivo top di gamma. Se a te questo non interessa, OnePlus 5T è una grande opzione per la maggior parte delle persone, soprattutto perché costa una frazione del prezzo della maggior parte degli smartphone in competizione.

6. Huawei Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro ha tutte le caratteristiche che ci si aspetterebbe dai più recenti smartphone di fascia alta sul mercato. Ha un display OLED da 6 pollici con un rapporto 18:9, una risoluzione Full HD+ di 2.160×1.080, e bordi molto piccoli nella parte superiore e inferiore del display. Al suo interno, c’è il processore Kirin 970 octa-core di Huawei, insieme a una dedicata unità di elaborazione neurale per una più veloce elaborazione della Inteligenza Artificiale integrata. Huawei afferma anche che vedremo ulteriori miglioramenti nell’IA su Mate 10 Pro in futuri aggiornamenti.

Puoi acquistare questo telefono con 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione, oppure passare a 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione. Non esiste una scheda microSD per aggiungere memoria aggiuntiva, a proposito, né ha un jack per cuffie da 3,5 mm (il Mate 10 leggermente più piccolo ne ha entrambi). Il Mate 10 Pro arriva con Android 8.0 Oreo già installato.

Il Mate 10 Pro è inoltre dotato di certificazione IP68 di protezione da polvere e acqua e di una batteria da 4.000 mAh che supporta Huawei Supercharge. Ciò consente al Mate 10 Pro di arrivare a quasi una carica completa in circa un’ora. Mate 10 Pro ha anche una fantastica configurazione a doppia fotocamera con un sensore monocromatico da 20 MP combinato con un sensore RGB da 12 MP. Il telefono ha ottenuto un punteggio alto di ben 97 punti per le sue funzioni di fotocamera posteriore nel test delle immagini di DxOMark, simile a iPhone 8 Plus e Galaxy Note 8.

7. HTC U11

L’HTC 10 era uno dei nostri telefoni Android preferiti del 2016, e per una buona ragione. L’azienda taiwanese ha completamente azzeccato il design del 10 e ha lavorato sodo per ridimensionare il software in modo da renderlo simile all’esperienza Android di base che tutti conosciamo e amiamo. E anche se non aveva un sacco di (ammettiamolo, inutili) extra, andava bene. L’HTC 10 era un telefono Android solido che spuntava tutte le giuste caselline.

Ora HTC è tornata con il successore del 10, l’HTC U11. Con un design accattivante e brillante, la durata della batteria per tutto il giorno e un’esperienza software fluida e scattante, l’U11 compete a testa alta con il Galaxy S8 e l’LG G6 per quanto riguarda le prestazioni. Ha anche una delle migliori fotocamere per smartphone sul mercato, sempre secondo DxOMark.

La caratteristica di spicco dell’U11 è qualcosa che HTC chiama Edge Sense. I lati del telefono sono sensibili alla pressione e ciò consente di spremere fisicamente il telefono per attivare una funzione specifica o aprire un’app come la fotocamera o il browser web. Dover spremere il telefono per farlo fare qualcosa sembra un po’ strano, ma abbiamo trovato questa funzione davvero utile.

Prima di uscire e spendere € 500 per questo dispositivo, ci sono alcune cose che dovresti sapere. Per cominciare, questo telefono non ha un jack per le cuffie da 3,5 mm, il che significa che dovrai usare le cuffie Bluetooth o portare con te l’adattatore per cuffie, incluso nella confezione, ovunque tu vada. Inoltre, nonostante l’HTC Sense è una delle nostre skin Android preferite, lo si sente un po’ datato a questo punto.

Se riesci a superare questi pochi avvertimenti, però, l’U11 non ti deluderà.

Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell’e-commerce.

Effemeride.it supporta i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa.

Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche.

Per rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook.