Trascorriamo molto tempo mettendo insieme PC estremamente potenti ma è importante prestare attenzione anche alle periferiche. Dopotutto, quanto è utile un gaming PC di fascia alta se non riesci a controllare il tuo personaggio con alcun tipo di coerenza.

Il tratto distintivo di qualsiasi tastiera sono i suoi interruttori. Con un mare apparentemente infinito di tipi di interruttori, sceglierne uno può essere difficile. In definitiva, tutti gli interruttori rientrano in una di due categorie: a membrana e meccanici. Gli interruttori a membrana sono familiari ma spesso spugnosi. Le tastiere meccaniche offrono una reattività superiore e sono disponibili in molteplici aspetti. Quella sensazione è importante, perché la tastiera è la periferica con cui trascorrerai la maggior parte del tempo con il tuo PC, e devi sentirla bene.

1. La migliore tastiera gaming di fascia alta: Corsair K95 RGB Platinum

  • + Velocissimi interruttori Cherry MX Speed Switch
  • + Qualità costruttiva superba
  • + Comodo poggiapolsi, staccabile
  • + Set extra di keycaps
  • – Costosa
  • – Ingombrante

Siamo contenti di vedere che il K95 Platinum non è afflitto da un look esagerato. Sebbene la sua piastra frontale in alluminio anodizzato manchi di abbellimenti, la K95 Platinum è ancora innegabilmente sexy. Sembra anche resistente. I nostri tentativi di piegarla non la preoccupano molto, e nemmeno battere montagne di testo.

La nostra K95 Platinum è dotata degli interruttori Cherry MX Speed. La Cherry MX Speed ​​presenta un punto di attivazione da 1,2 mm, 0,8 mm più corto rispetto ai Cherry MX standard. Accoppiato con una forza di attuazione di 45g e una corsa lineare per una resistenza minima, Cherry MX Speed ​​è uno degli interruttori più veloci e reattivi che abbiamo mai testato. I dattilografi, tuttavia, potrebbero non trovarlo adatto poiché un interruttore tattile è generalmente preferibile per tale compito. Se rientri in questa categoria, considera di acquistare il K95 Platinum con gli interruttori Cherry MX Brown.

Il K95 Platinum non è certamente piccolo. Il suo enorme ingombro richiede, infatti, un po’ di pulizia della scrivania prima che possa essere annidata comodamente.

In termini di caratteristiche, il K95 Platinum ha tutto. Controlli multimediali dedicati e un USB pass-through. Ruota del volume in metallo. Illuminazione RGB. E viene fornita anche con un set aggiuntivo di keycaps testurizzati per le chiavi WASD.

Amiamo anche il suo poggiapolsi staccabile. Il polsino gommato si attacca magneticamente e presenta due trame a contrasto: un lato liscio e uno ruvido. Per cambiare i lati basta capovolgerlo.

Il problema con la tecnologia all’avanguardia è che devi sudare per possederla: la Corsair K95 Platinum RGB costa circa € 179. Anche se è importante spendere in modo responsabile, è altrettanto importante ricordare che questa tastiera è la miglior tastiera da gioco che i soldi possano comprare. Offre un’eccellente combinazione di impeccabile maestria, eccellenti interruttori e un set di funzionalità premium.

2. La migliore tastiera da gioco in generale: Patriot Viper V770

  • + Riga macro dedicata
  • + USB e audio passthrough
  • + Poggiapolsi staccabile
  • – Solo Kailh Reds

La Patriot Viper V770 è caratterizzata da un look mainstream per una tastiera gaming. La parte superiore della tastiera è sigillata con un semplice pannello frontale in alluminio inserito nel fondo in plastica. L’illuminazione RGB viene applicata generosamente su tutta la tastiera e si estende anche nel poggiapolsi staccabile.

La selezione dell’interruttore per questa scheda è limitata; sei costretto ai Kailh Red che ti piacciono o no. I Kailh Reds offrono un viaggio lineare e morbido che offre la massima reattività e il minimo rumore. Essendo una tastiera da gioco, è logico utilizzare i Reds, ma più tipi di switch si adattano molto meglio ad un pubblico più ampio.

Anche se la Patriot Viper V770 non lascia molto spazio alla selezione degli interruttori, ha tutte le caratteristiche giuste. La tastiera è completa di una riga macro dedicata, USB e audio passthrough, un estrattore di tasti e il poggiapolsi removibile di cui sopra. I comandi multimediali in stile interruttore a scatto potrebbero richiedere un po’ di tempo per abituartisi, ma sono perfettamente intuitivi. È persino dotata di un supporto telefonico estraibile.

È ovvio che Patriot ha pensato che il software fosse di seconda priorità quando hanno disegnato questa tastiera, perché il miglior complimento che possiamo fargli è che funziona. L’interfaccia è abbastanza semplice da capire per la maggior parte delle persone, ma non è neanche lontanamente impressionante come la suite di driver di Logitech o Razer. Va bene, però, poiché dopo la configurazione iniziale, probabilmente non dovrai più toccarlo.

3. La migliore tastiera da gioco, wireless: Logitech G613

  • + Straordinarie prestazioni wireless
  • + Switch superbi
  • + Ampio poggiapolsi
  • + Tasti macro e controlli multimediali
  • – Nessuna retroilluminazione e passthroughs
  • – Solo a batteria
  • – Il poggiapolsi non è staccabile
  • – Orribili leggende dei tasti

La Logitech G613 è la prima tastiera gaming wireless di Logitech. Per coincidenza, è anche la prima tastiera da gioco wireless che abbiamo mai testato.

La Logitech G613 ha un aspetto soave e professionale che può facilmente integrarsi in qualsiasi ambiente. Non troverai linee stridenti e angoli strani sul suo telaio. I bordi dritti e la finitura opaca la rendono adatta sia al posto di lavoro che alla postazione di gioco.

Sebbene sia progettata per il massimo del pragmatismo, è tutt’altro che insipida. Una seconda occhiata rivela una fila di macro dedicate, controlli multimediali e un volume rocker. Queste funzioni sono utili sia nel gioco che nel lavoro. Amiamo anche il poggiapolsi spazioso e aderente, desideravamo solo che fosse rimovibile.

I giocatori che hanno familiarità con la linea di prodotti Logitech dovrebbero ricordare il suo sistema wireless LIGHTSPEED. Questo sistema wireless proprietario end-to-end utilizza componenti completamente personalizzati per garantire la migliore latenza, stabilità ed efficienza. E ora si trova al centro di molti dispositivi wireless Logitech, inclusa la G613.

Anche gli switch Romer-G della G613 sono proprietari. Il leggermente tattile Romer-G si attiva a soli 1,5 mm e ha una corsa totale di soli 3 mm. Ciò riduce il tempo di registrazione della battuta e aiuta a resettare il tasto più velocemente rispetto alla maggior parte degli altri interruttori meccanici. Logitech ora utilizza esclusivamente gli interruttori Romer-G per tutte le sue tastiere di fascia alta.

Gli sforzi di Logitech possono essere visti e percepiti attraverso le stellari prestazioni wireless della tastiera. Nelle settimane di test, non sono stati riscontrati rilevabili problemi di latenza, connessioni interrotte o altri problemi tipicamente associati ai dispositivi wireless di seconda qualità. Sembrava altrettanto reattiva alle tastiere cablate. La breve distanza di azionamento del Romer-G e il breve viaggio totale hanno reso le battute ripetute un gioco da ragazzi. La sua natura tranquilla e tattile è desiderabile quando si gioca o si lavora di notte.

Non dovrai scavare tanto per scoprire dove sono stati fatti dei compromessi. Sebbene Lightspeed faccia un buon lavoro nel ritrasmettere le battute sui tasti, non può supportare il trasferimento dei dati. Questo significa che USB e audio passthrough sono fuori questione. E poiché la tastiera è alimentata a batteria, la retroilluminazione viene eliminata completamente.

Queste sono cose che siamo disposti a sopportare, ma le leggende del keycap? NO. Le impressioni delle lettere sembrano ridicolmente economiche e onestamente appaiono come se fossero incollate sui tasti. Se sei un giocatore appassionato giocatore, aspettati che svaniscano rapidamente.

Il G613 non è la prima tastiera wireless e non può davvero arrivare a una tastiera da gioco di fascia alta. È, tuttavia, la prima che riesce ad armonizzare perfettamente gli aspetti migliori di entrambi. Con solide prestazioni wireless, eccellenti interruttori e ragionevoli funzioni, coloro che desiderano una tastiera da gioco meccanica senza fili possono finalmente gioire: Finalmente, una che è abbastanza buona.

4. La migliore tastiera da gioco economica: Thermaltake Poseidon Z

  • + Estremamente conveniente per una tastiera gaming
  • + Decente qualità costruttiva
  • + Ha i tasti retroilluminati
  • + Tastierino numerico completo
  • – Tasti fragili e scivolosi

La Thermaltake Poseidon Z è in circolazione da quasi due anni, ma il suo enorme valore la rende ancora una delle tastiere meccaniche più popolari sul mercato. Al momento della stesura, puoi facilmente trovarne una per circa € 83.

Coloro che lavorano con i numeri apprezzeranno sicuramente l’inclusione del tastierino numerico. Ad un prezzo economico, questo è un grande vantaggio rispetto a molte altre opzioni tenkeyless (TKL) in questa categoria di prezzo. Inoltre è dotata di retroilluminazione blu, una caratteristica che spesso si perde nel tentativo di abbassare i costi.

La decisione di Thermaltake di andare con gli interruttori Kailh al posto dei Cherry MX potrebbe irritare alcuni appassionati di Cherry. Gli switch Kailh sono spesso percepiti come di qualità inferiore rispetto agli switch Cherry MX. In realtà, è difficile stabilire la differenza tra Cherry e Kailh, persino se sei un veterano delle tastiere meccaniche.

La Thermaltake Poseidon Z è disponibile in Kailh Blue o Brown. Quello che scegli dipende da te. I Blues hanno un feedback fantastico per la digitazione, ma anche un rumoroso click, i Browns offrono una tattilità leggermente inferiore ma sono molto più silenziosi.

Non ci sono disegni decorativi sul Poseidon Z: è incassato in un telaio di plastica semplice ma resistente. Mentre il suo guscio sembra solido, c’è un antiestetico marchio rosso spruzzato sopra il tastierino numerico. Il logo Thermaltake è stato anche inciso al centro della barra spaziatrice, ma siamo disposti a trascurare questi piccoli dettagli considerando il suo prezzo.

5. La migliore tastiera per gli appassionati di battitura: Das Keyboard 4 Professional

  • + Design elegante
  • + Dual USB pass-through
  • + Controlli di riproduzione dedicati
  • + Grossa manopola del volume
  • – Disponibile solo con interruttori Cherry MX Brown o Cherry MX Blue
  • – Il piede posteriore offre poca trazione
  • – Nessuna retroilluminazione o macro

Quando si tratta di produttivita, non possiamo pensare ad una tastiera migliore di Das Keyboard Professional 4.

La Das Keyboard Professional 4 implementa tutti gli elementi essenziali nel miglior modo possibile. La sua grossa manopola del volume, i controlli di riproduzione dedicati e i doppi USB pass-through sono pratici e utili. Un pannello frontale in metallo rinforza la tastiera e protegge i componenti interni dai danni.

La Das Keyboard Professional 4 sfoggia un design semplicistico ma senza tempo. La piastra anteriore si estende oltre le dimensioni dello chassis sottostante, conferendo alla tastiera un aspetto più sottile. Il più coraggioso dei dattilografi potrebbe anche voler prendere Das Keyboard 4 Ultimate, la variante dotata di tasti senza lettere per un aspetto più pulito.

Come una tastiera progettata per i dattilografi, la selezione dell’interruttore è limitata solo a Cherry MX Brown e Cherry MX Blue. Noi abbiamo la versione con gli interruttori Cherry MX Brown, silenziosi e tattili, ma te puoi optare per la versione con i Cherry MX Blue se preferisci una sensazione più pesante e un feedback udibile.

La Das Keyboard 4 Professional ha tutte le caratteristiche necessarie per affrontare un’intensa produttività. L’intuitiva manopola del volume non è solo comoda da usare, ma sembra anche dannatamente bella. Quando è tempo di gioco, il pratico USB pass-through consente di collegare un controller in modo facile. Il frontalino si estende oltre la base, fornendo il punto di leva per sollevare la tastiera. La varietà di piccoli dettagli si uniscono e aumentano notevolmente l’usabilità.

Ma nulla è mai perfetto e la Das non fa eccezione alla regola. Invece dei piedini elevatori a levetta, The Das Keyboard 4 Professional utilizza una barra magnetica per sostenersi. È un extra unico (e divertente), ma offre quasi nessuna trazione. La mancanza di retroilluminazione e macro può allontanare alcuni giocatori, ma non sono altrettanto importanti per i dattilografi.

Arrotondando il tutto, Das Keyboard 4 Professional è una tastiera eccellente che può facilmente durare per anni. A € 169, può far sobbalzare il tuo portafoglio, ma dopo che l’hai usata non ci penserai più.

6. Migliore tastiera a membrana: Razer Ornata Chroma

  • + Fantastici interruttori Mecha-Membrane
  • + Splendida retroilluminazione
  • + Poggiapolsi celestiale
  • – Prezzo alto per interruttori a membrana
  • – Striminzite funzionalità

La Razer Ornata Chroma utilizza ciò che Razer chiama uno switch “Mecha-Membrane”. Combina il feedback clicky dell’interruttore meccanico con il tradizionale interruttore a cupola in gomma. Quando si preme il tasto, il cursore spinge una foglia metallica elastica contro l’involucro dell’interruttore, producendo un “clic” molto udibile. La foglia di metallo aggiunge anche una resistenza extra per una migliore tattilità. Alla base dell’interruttore c’è un classico interruttore a cupola di gomma, che è quello che effettivamente registra i tuoi tasti.

Non abbiamo mai pensato che avremmo amato l’Ornata Chroma così tanto. La semplice aggiunta di un punto tattile e di un “clic” sonoro migliorano notevolmente l’esperienza di digitazione. Il punto tattile maschera completamente l’esistenza della cupola in gomma, conservando nel contempo la sensazione di ammortizzazione quando si effettua il movimento verso il basso.

Altrettanto eccellente è il poggiapolsi magnetico. La sua spessa imbottitura di schiuma sembra simile a marshmallows sotto i nostri polsi. I magneti sono piuttosto deboli, ma questo non ci ha affatto infastidito.

L’Ornata Chroma è in linea con il tradizionale linguaggio di progettazione delle tastiere di Razer. Incastonata in un telaio lineare e squadrato, Ornata Chroma si affida ai suoi retroilluminati RGB per catturare l’attenzione. I suoi tasti a mezza altezza riducono l’altezza del profilo e si aggiungono all’aspetto liscio. Sfortunatamente, nonostante le affermazioni di Razer, suddetti tasti non rendono più veloce la digitazione.

Rispetto alla maggior parte delle tastiere che abbiamo testato, la Razer Ornata Choma non si sente molto resistente. Sicuramente ha un bell’aspetto e si posiziona una tacca sopra la tua tastiera media, ma il suo telaio in plastica e il suo peso piuma ci hanno preoccupato per la sua durata. I giocatori che sono negligenti con le loro periferiche dovrebbero prendere precauzioni supplementari per mantenere l’Ornata Chroma al sicuro.

L’elenco delle caratteristiche della Razer Chroma Ornata è piuttosto breve. La mancanza di una colonna macro, tasti multimediali dedicati e passthrough USB e audio ci fa grattarci la testa. Tuttavia, viene fornita con la lussuosa retroilluminazione Chroma RGB di Razer. Le luci possono essere programmate tramite il software Razer Synapse, così come le macro.

L’Ornata Chroma è in vendita a €100 – costosa considerando che si tratta di una tastiera non meccanica. Non si può negare che la creatività di Razer è impressionante, ma alcune altre funzionalità potrebbero renderla un acquisto più convincente.

Come testiamo le tastiere da gioco

Per entrare nella nostra lista, la tastiera deve avere un equilibrio di tre cose: prestazioni, qualità di costruzione e caratteristiche che hanno senso per ciò che è stata progettata per fare.

Quando arriva una tastiera nel nostro ufficio, prima scoviamo alcune informazioni sulla marca e sugli interruttori per avere un’idea generale della sua qualità. Quindi martelliamo le nostre tastiere con parole e giochi per giorni e giorni, spesso per mano di più persone per raccogliere feedback da diversi punti di vista. Alcuni giochi che utilizziamo per testare sono: Starcraft 2, Counter-Strike: Global Offensive, Battlefield 4 e Witcher 3. Se lo merita, la apriremo e controlleremo i circuiti interni sotto una lente d’ingrandimento.

La valutazione delle funzioni, invece, è molto relativa. Ciò che noi pensiamo sia importante potrebbe non essere importante per te. Ma abbiamo sempre in mente te, l’utente, quando esaminiamo un prodotto. Queste funzionalità fanno davvero la differenza? O sono qui solo come una scusa artistica per aumentare il prezzo? Questa è la domanda a cui cerchiamo di rispondere.

Test futuri

Ci sono tonnellate di tastiere che non abbiamo ancora recensito ma a cui ameremo mettersi le mani. Se ce n’è una in particolare che vuoi che controlliamo, faccelo sapere nei commenti.

Alcuni negozi online ci danno un piccola commissione se acquisti qualcosa tramite uno dei nostri link.