© REUTERS/ Kim Kyung-Hoon

La Cina ridurrà il numero del corpo d’armata dell’Esercito Popolare di liberazione di 200 mila soldati, scrive il quotidiano South China Morning Post

Il presidente cinese in precedenza, ha annunciato che il Paese fino alla fine del 2017 ridurrà le forze armate di 300 mila soldati delle unità di combattimento. Nonostante questo, l’esercito cinese è il più grande al mondo e conta due milioni di soldati. Secondo le fonti della pubblicazione, la riduzione avverrà nell’ambito di un piano deciso da Pechino che, si dice, preveda lo scioglimento di 5 dei 18 corpi dell’esercito. Tuttavia, le fonti hanno sottolineato che una parte del personale potrà essere reindirizzato al servizio delle truppe missilistiche, forze navali e dell’aviazione.

“E’ probabile che parte della composizione del corpo d’armata andrà alla Marina o al corpo paracadutisti” ha detto una delle fonti del giornale.Un’altra fonte vicina all’esercito ha detto al giornale che la riduzione dell’esercito ha portato grave malcontento all’interno delle forze armate. In precedenza, le fonti hanno detto al South China Morning Post che la Cina prevede di aumentare il numero di soldati della marina rispetto agli attuali 20mila, per arrivare a 100mila, per proteggere le vie di comunicazioni marittime e i crescenti interessi all’estero. È stato notato che una parte del contingente militare è nei porti cinesi a Gibuti, nel Corno d’Africa e in Gwadar, nel sud-ovest del Pakistan.

Come hanno riferito al giornale le fonti militari, due squadre sono già state trasferite alla Marina, aumentando quasi del doppio la sua composizione.

Fonte: Sputnik

Vota questo articolo

CONDIVIDI