Sony KD-55A1

Felice di spendere un po’ di più? Questa Sony OLED ricca di potenza ha portato un sorriso sui nostri volti.

Disclaimer: Effemeride.it può guadagnare una piccola commissione per le vendite dai link su questo post attraverso programmi di affiliazione.

$2,498.00 su Amazon

  • + Bella, design elegante e unico
  • + Buon suono dal suo sistema di altoparlanti intelligente e invisibile
  • + Neri profondi e penetranti
  • + Tonalità cutanee nitide e colori vivaci
  • + Immagini tridimensionali brillanti e solide
  • – No Dolby Vision (sebbene a un certo punto arriverà tramite un aggiornamento)
  • – L’interfaccia non è liscia come quella di alcuni rivali
  • – Gli OLED di LG fanno un lavoro migliore con la definizione standard

LG che vende i suoi pannelli OLED ad altri produttori è una buona cosa per gli acquirenti di TV – più OLED significa più scelta e, in definitiva, prezzi più bassi. Ma solleva anche la questione se sia effettivamente una brutta cosa per gli OLED di LG.

La KD-55A1 Sony OLED TV, è un vero e proprio capolavoro di una televisione, che potrebbe avere LG un po’ preoccupata.

Caratteristiche

Costruire una TV che sembra unica è una cosa complicata, ma Sony ha una lunga storia di fare proprio questo (ti ricordi la KD-65X900B con la sua collocazione goffa ma alla fine logica di grandi altoparlanti su entrambi i lati del display?).

Il KD-55A1 (o KD-55A1BU come talvolta è noto) continua la tendenza con un design simile a un cavalletto che lascia lo schermo inclinato all’indietro con una leggera angolazione. La parte del display del telaio ha uno spessore di soli 78 mm, con la porzione di supporto più ampia che ospita tutti i collegamenti e un subwoofer.

Il resto del sistema di altoparlanti è estremamente intelligente, composto da quattro driver che fanno vibrare il pannello di vetro per creare il suono. A tutti gli effetti, questo è un sistema di altoparlanti invisibile che significa che la ghiera tutto intorno può essere super-sottile. Che non ci siano dubbi; questo è un bel pezzo di design.

Tieni presente, però, che vorrai un ampio mobile di arredamento per far risaltare la A1. Le estremità del display (largo 122 cm) possono essere appese senza problemi ai bordi di uno scaffale o supporto, ma non sembrano perfettamente a posto.

Non vorrai nemmeno appoggiarlo a qualcosa di troppo alto, poiché l’angolo dello schermo lo rende strano.

A proposito di posizionamento, montarla al muro è forse la soluzione migliore. Nonostante il design insolito, infatti, sul retro sono presenti i punti di montaggio VESA standard e, mentre la parte inferiore del telaio indica che il televisore si trova lontano dal muro (ben 8,6 cm per la precisione), tutti hanno l’impressione che il display sia quasi fluttuante.

Interfaccia

È giusto dire che l’interfaccia utente non è stata profusa con tanta attenzione quanto il design fisico.

L’A1 è alimentato da Android Marshmallow 6.0, che è perfettamente utilizzabile e ha praticamente tutte le app on-demand che si possono desiderare, ma non è così liscia o accogliente come le interfacce utente di televisori Samsung o LG.

E questa non è l’unica interfaccia utente che incontri quando usi la A1. Le immagini TV e audio sono contenute nei menu di Sony e la TV è fornita da YouView.

Tutto ciò porta a un’esperienza utente un po’ sconcertante mentre sfogli dai menu seri in bianco e nero di Sony alle evidenziazioni blu di YouView e alle miniature dei programmi TV, quindi alla griglia di app e giochi di Android. Si incontrano leggere pause mentre si sposta da uno all’altro – niente di troppo fastidioso, ma LG e Samsung sono più accattivanti nella loro implementazione.

Questo non vuol dire che non ci sono cose buone sul software di Sony. Se disponi di un telefono o tablet Google o utilizzi regolarmente un account Google, l’accesso è rapido e ti consente di accedere facilmente ai tuoi contenuti Google Play Film e TV.

Anche la funzione Discover è piacevole. Tocca il pulsante dedicato sul telecomando e viene visualizzata una serie di schede, ognuna delle quali rappresenta un contenuto a cui è possibile accedere immediatamente.

Per impostazione predefinita, le prime tre righe vengono assegnate a YouView, quindi uno per Netflix, uno per YouTube, e infine una fila di altre app, ma puoi riordinare il tutto se vuoi.

È un modo rapido per arrivare direttamente a ciò che vuoi vedere (riprendi immediatamente da dove hai lasciato Daredevil senza dover prima aprire Netflix e cercarlo lì), ma i nuovi televisori Samsung hanno una funzione simile che supporta più app, tra cui Amazon.

Sony ha permesso a LG e Samsung di superarla anche in termini di controllo remoto. Rispetto al telecomando argento super-streamlined di Samsung e alla bacchetta puntatore di LG con scorciatoie definibili dall’utente, il telecomando di A1 è semplice e piuttosto ingombrante.

Ad esempio, sei pulsanti attorno al tastierino direzionale sembrano troppi e ti ritroverai a dover cercare il pulsante corretto più di quanto avresti fatto con un controller più semplice e intuitivo.

Immagine

Se l’interfaccia utente di Sony è qualcosa di un miscuglio, le prestazioni dell’immagine sono un clamoroso successo. Inoltre, non è necessario modificare troppe impostazioni per ottenere la migliore immagine.

I colori sono un po’ esagerati per impostazione predefinita, ma questo è facilmente rimediabile diminuendo l’impostazione del colore di alcune tacche e passando dal colore Medio a quello Basso.

Ti consigliamo inoltre di disattivare il sensore di luce, che regola automaticamente la luminosità dello schermo in base alla luce ambientale nella stanza.

Lasciamo alcune altre opzioni di elaborazione accese, come Advanced Contrast Enhancer, X-tended Dynamic Range e Motionflow. Dopo aver trascorso alcune ore a sperimentare con queste funzionalità, pensiamo che aggiungano davvero all’immagine.

E che immagine. Iniziamo con alcuni contenuti HDR di Netflix e, anche se non c’è ancora il supporto per Dolby Vision, è difficile immaginare che sia molto meglio quando verrà aggiunto tramite un aggiornamento del firmware entro la fine dell’anno.

Ottieni tutto ciò che ti aspetti da un OLED in termini di neri profondi abbinati a bianchi perfetti e perfettamente uniformi, ma il modo in cui l’A1 definisce i bordi e rivela le trame va oltre le nostre già alte aspettative per questa tecnologia TV.

Rende tutto un po’ più solido e tridimensionale, con le immagini che spuntano dallo schermo. È incredibilmente dinamico ma, con le nostre impostazioni cromatiche ottimizzate superbamente realistiche, evita la sovra-saturazione, ma conferisce una deliziosa sensualità alla vegetazione e la giusta quantità di calore alle tonalità della pelle.

Anche Motionflow fa la sua parte qui. Su un LG devi scegliere tra il leggero aspetto da soap quando aggiungi un po’ di TruMotion o una leggera sfocatura quando lo spegni.

Il Motionflow di A1 ottiene l’equilibrio perfetto, rimuovendo la sfocatura senza aggiungere altre stranezze. L’elaborazione del movimento è stata a lungo uno dei punti di forza di Sony e sembra destinata a continuare nell’era OLED.

Passiamo poi al Blu-ray 1080p e l’A1 è, se questo sia possibile, ancora più impressionante. Naturalmente, c’è un calo previsto nella risoluzione, ma il dinamismo della Sony va oltre ciò che gli altri televisori offrono con lo stesso contenuto.

Ancora una volta, è la combinazione di colori incisivi e neri profondi, e il modo in cui è usato per definire meglio personaggi e oggetti che rende l’immagine della A1 così attraente.

Guarda “Animali fantastici e dove trovarli” e, mentre Newt e Tina camminano per le strade di New York, i ciottoli sono più chiaramente definiti e chiaramente più scivolosi dalla recente pioggia, con chiazze di luce solare che si riflettono in modo naturale.

La parte inferiore della monorotaia dove stanno camminando sotto è più scura di altri set, ma non meno dettagliata, e persino persone e oggetti proprio sul retro della lunga strada sono definiti in modo netto.

È un’immagine così strutturata e solida, e una scena brulicante di vita e attività.

Anche guardando la definizione standard, è probabile che tu sia piacevolmente sorpreso dalla qualità dell’immagine. Le nostre opzioni di colore ottimizzate assicurano un buon bilanciamento tra realismo e dinamicità, mentre i livelli di dettaglio sono alti dato il segnale di qualità scarsa.

Non ripulisce e controlla l’immagine allo stesso modo dell’OLED65E7V (che è più grande di 10 pollici), ma è un’immagine perfettamente passabile a sé stante.

I giocatori dovrebbero essere consapevoli di alcune cose però. La modalità di gioco è sepolta in modo irritante nei menu (a differenza della terribile modalità di Sport), ma la TV dovrebbe impostarla di default dopo averla selezionata una volta.

La modalità di gioco è troppo calda come standard, quindi ti consigliamo di cambiare la temperatura del colore da Esperto 1 a Neutro. Infine, il ritardo di input con una sorgente 4K (PS4 Pro, Xbox One S o un buon PC) è di circa 30ms, il che è positivo.

Tuttavia, quando si riceve 1080p, tale ritardo arriva fino a circa 47ms. E’ ancora abbastanza veloce per la maggior parte dei giocatori ma è qualcosa di cui i giocatori ultra-hardcore dovrebbero essere consapevoli.

Indipendentemente da ciò, la qualità delle immagini con i giochi è assolutamente sbalorditiva, con la vibrazione del set, il dinamismo e la nitidezza che fanno saltare l’azione dallo schermo.

Suono

Quindi, l’approccio insolito dell’A1 al suono funziona? In realtà, lo fa.

Rispetto alla maggior parte dei televisori, questa è una consegna più diretta e pesante con una buona quantità di potenza. Il suono è proiettato molto lontano nella stanza, e c’è anche un po’ di separazione stereo.

Una soundbar decente offrirà comunque prestazioni significativamente migliori, in particolare per quanto riguarda la dinamica e il dettaglio, ma per gli standard a schermo piatto questo è accettabile, specialmente se si considera che a tutti gli effetti il ​​sistema di altoparlanti è invisibile.

Due suggerimenti rapidi: disattiva la modalità surround e disattiva ClearAudio+. Il primo non fa molto e il secondo aumenta artificialmente i bassi e gli alti a spese dell’equilibrio generale.

Verdetto

Il primo OLED “decente” di Sony è assolutamente geniale. Un design straordinario con una soluzione audio unica e tecnologia e software di elaborazione delle immagini che è così bello da battere le nostre già alte aspettative di OLED.

Non abbiamo testato abbastanza set del 2017 per dire se l’A1 è un vincitore assoluto, ma è assolutamente il nuovo punto di riferimento per dimensioni e prezzo.

FONTEWhat Hi-Fi?
Effemeride.it è progettato per far emergere le raccomandazioni più utili e specialistiche per le cose da acquistare attraverso il vasto panorama dell'e-commerce. Supportiamo i lettori con migliaia di ore di rapporti e test per aiutarvi a trovare ciò di cui avete bisogno per vivere una vita migliore. Voi ci sostenete attraverso i nostri link, selezionati in modo indipendente, che possono farci guadagnare una piccola commissione ogni volta che comprate qualcosa. Aggiorniamo i link quando possibile, ma tieni presente che le offerte possono scadere e tutti i prezzi sono soggetti a modifiche. Per non comprare mai più spazzatura e rimanere sempre aggiornato, segui Effemeride.it su Twitter e Facebook. Per recensioni sui prodotti, idee regalo e offerte più recenti, iscriviti al Blog oppure alla nostra Newsletter tramite e-mail. Puoi scegliere di cancellarti in qualsiasi momento.

Dicci cosa ne pensi