Assicurazioni: Come ottenere il giusto risarcimento

Che abbiate stipulato una polizza vita, casa o Rc auto, l’importante e che l’assicurazione sia pronta a risarcire l’eventuale danno. In Italia però il fenomeno delle frodi porta le assicurazioni ad essere sempre più diffidenti nei confronti delle denunce, per questo ottenere il giusto risarcimento richiede un certo grado di esperienza nella formulazione della domanda. Per tutelarsi in maniera efficace non sempre rivolgersi ad un avvocato è la giusta soluzione. Un’ottima alternativa è rappresentata dagli studi di consulenza.

In Italia ormai ce ne sono diversi, tutti con un ottimo background e una sfilza di successi e competenze che consentono di ottenere risarcimenti maggiori rispetto alle liquidazioni normalmente offerte dalle Compagnie di Assicurazione, senza rischiare di essere travolto da spese esagerate.

Queste società, specializzate nel risarcimento danni, sono composte da squadre di esperti: liquidatori specialisti in diritto assicurativo, periti, medici legali, poliambulatori e carrozzerie convenzionate, che operano in sincrono, presentandosi come unico interlocutore del proprio cliente per ogni esigenza derivata dall’infortunio, e offrendo assistenza nel rapporto con le Compagnie di Assicurazioni per garantire al cliente il riconoscimento dei propri diritti.

Ad esempio, le statistiche interne di Studio3A rilevano che, per gli automobilisti che si sono rivolti a loro in caso di incidente nel 2013, l’indennizzo, rispetto alle Assicurazioni, è stato più alto in media del 79,52% per danni materiali e del 151,15% per danni fisici.

Prima però di arrivare a tanto e specie nel caso di una polizza Rc auto, al momento del sinistro dovrete ricordarvi di raccogliere più materiale possibile da sottoporre al vostro professionista di fiducia affinché possa formulare una richiesta efficace e completa.

Oltre alla giusta compilazione del modulo di contestazione amichevole (nel caso di sinistro con veicolo estero scrivete con precisione tutti i dati o si corre il rischio di irreperibilità del conducente o dell’assicurazione estera) è preferibile scattare delle foto per dimostrare i danni all’auto e le modalità dell’incidente. Spesso infatti il disegno stilizzato sul modulo di contestazione non è sufficiente a descrivere il fatto.

In più è bene preoccuparsi di reperire testimoni, raccogliete i loro contatti telefonici ed assicuratevi che abbiano assistito all’evento. Non dimenticate infine che in caso di danni fisici (anche lievi) dovrete recarvi immediatamente al pronto soccorso, non il giorno dopo. La non urgenza del soccorso potrebbe essere una scusante utilizzata dall’assicurazione per non risarcire il danno fisico o non risarcirlo nella sua integrità.

Infine non trascurate di contattare le Forze dell’Ordine: il loro intervento al momento del sinistro farà fede alla vostra ricostruzione dei fatti mediante la stesura di un verbale ufficiale.

Assicurazioni: Come ottenere il giusto risarcimento
5 (100%) 1 vote

CONDIVIDI